Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Ricatti sessuali e minacce col taglierino alle commesse: arrestato il direttore di un negozio

L'uomo minacciava le dipendenti di non rinnovare i contratti se non lo assecondavano

Minacce, violenza e abuso di autorità. A questo erano sottoposte tre giovani commesse che hanno subito atti sessuali da parte del loro titolare. A finire nei guai un 52enne originario di Napoli, responsabile di un negozio di abbigliamento di una nota catena di moda maschile in un polo commerciale del territorio. Adesso l'uomo si trova ai domiciliari difeso dall’avvocato Massimiliano Orrù. L'arresto da parte degli uomini della squadra mobile della Questura di Rimini è scattato giovedì mattina, al termine dell’indagine coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani.

Con le ragazze si rapportava sempre con atteggiamenti esplicitamente sessuali e spesso arrivava ad usare minacce verbali aggravate dall’uso di un taglierino. Per costringerle a contatti fisici irrispettosi e violenti, proponeva come merce di scambio il rinnovo del contratto di lavoro. All’inizio di febbraio, le commesse hanno chiesto aiuto alla polizia di Stato e hanno lo hanno denunciato. E’ scattata così l’indagine al termine della quale il pm Ercolani ha chiesto l’arresto dell’arresto del 52enne per violenza sessuale, concesso poi dal gip del Tribunale di Rimini, Vinicio Cantarini. Le tre commesse sono difese dall’avvocato Stefano Caroli e non si esclude che anche la ditta abbigliamento a cui fa riferimento il punto vendita di Rimini, possa essere chiamata in causa dalle parti civili, per eventuale risarcimento per il danno commesso dal responsabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricatti sessuali e minacce col taglierino alle commesse: arrestato il direttore di un negozio
RiminiToday è in caricamento