Aperti gli scarichi delle fogne, per il temporale liquami in mare e divieto di balneazione

Stop ai tuffi nelle zone interessate dagli sversamenti, i bagni vietati almeno fino alla mattinata di sabato

Il temporale che si è abbattuto sulla costa riminese nella notte tra giovedì e venerdì ha provocato, in alcune zone, l'apertura degli scarichi fognari in mare. I liquami, finiti in Adriatico, hanno fatto scattare il divieto di balneazione per le prossime 18 ore. Ad essere interessate dallo stop ai tuffi sono, a Torre Pedrera, la fossa Brancona; Viserbella, la Turchia; Viserba, la Sortie; la foce del Marecchia; Rimini, a Marina Centro, l'Ausa e Colonnella 1 e 2; Riccione, rio Asse; Cattolica, viale Fiume. Salvo ulteriori peggioramenti meteo, i bagni torneranno ad essere consentiti dalla mattinata di sabato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento