La musica troppo alta del locale fa scoprire un giro di spaccio e prostituzione

Raffica di arresti e perquisizioni in diverse città italiane, il tutto partito da un accertamento amministrativo della Municipale

Nella serata di venerdì gli agenti della polizia Municiapale di Rimini, Riccione e Bellaria-Igea Marina hanno eseguito 20 provvedimenti, alcuni di natura coercitiva e altri di perquisizioni domiciliare e personale, nei confronti di altrettante persone residenti a Rimini, Ravenna, Treviso. Loperazione, chiamata “Whitesnow”, era partita nel novembre dello scorso anno quando, alcuni residenti di Borgo Marina, si erano lamentati per la musica troppo alta provenienta da un locale della zona e a vevano presentato un esposto. Gli inquirenti, dopo aver svolto un controllo di natura amministrativa all'interno del locale, avevano raccolto alcune voci su continui episodi di spaccio di stupefacenti e prostituzione che avvenivano tra i tavoli.E' a questo punto che la sezione di pg della Procura, coordinata dal pm Paolo Gengarelli, ha aperto il fascicolo e iniziato a sviluppare l'indagine che vede partecipare, in una attività intercomunale, le Polizia locali di Rimini Riccione e Bellaria sviluppando tutti gli accertamenti necessari che portavano alla sua conclusione dell'indagine venerdì scorso, con la notifica dei provvedimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento