Quattro spacciatori finiscono nella rete della polizia di Stato

I pusher sorpresi nella zona del porto di Rimini, al Marano di Riccione e in una nota discoteca della Perla Verde

Quattro arresti per droga in meno di 24 ore per il personale della polizia di Stato che, tra Rimini e Riccione, ha ammanettato un ghanse, due marocchini e un lombardo. Il primo, un 21enne, è stato intercettato dagli agenti nella zona del porto riminese. Il giovane ha attirato l'attenzione del personale della polizia di Stato in quanto, attorno a lui, si era formato un via vai sospetto di ragazzi. Seduto su una panchina, lo straniero è stato tenuto d'occhio fino a quando, all'arrivo degli ennesimi clienti, dopo ave confabulato con loro ha smosso la sabbia con un piede estraendo un involucro sospetto. Le divise sono entrate in azione bloccandolomentre, questi, cercava di nascondere nuovamente una busta con oltre 20 grammi di marijuana già suddivisa in dosi e quindi pronta per lo spaccio.

All'alba di martedì, invece, a finire in manette sono stati due marocchino di 39 e 24 anni che, a Riccione nella zona del Marano, stavano spacciando. Bloccati in flagranza mentre cedevano una dose a un acquirente, quest'ultimo segnalato in Prefettura come assuntore, sono stati perquisiti e trovati in possesso di svariate dosi di hashish e cocaina mentre, altre, sono state scoperte sotto la sabbia. Il terzo ad essere arrestato è un 19enne della Lombardia, fermato nei rpessi di una nota discoteca sulla collina riccionese, e trovato in possesso di numerosi dosi di ketamina, Mdma e cocaina pronte per essere vendute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento