Cronaca

Rifugiato extracomunitario ritenuto pericoloso per l’ordine pubblico e la sicurezza

Attivista del centro sociale di Casa Madiba, il senegalese è implicato nello scontro con Forza Nuova e accusato di reati comuni

Si è presentato agli uffici della Questura di Rimini, per alcune informazioni, e gli è stato notificato il rifiuto del rinnovo della protezione umanitaria da parte della Commissione Asilo di Forlì. Brutte notizie per un cittadino extracomunitario, attivista di Casa Madiba, che si è visto respingere la domanda in quanto ritenuto soggetto pericoloso per l’ordine pubblico e la sicurezza. Per il rinnovo, infatti, è necessario non aver infranto la Legge durante la permanenza in Italia ma, per lo straniero, ha pesato l'aver partecipato alla furiosa rissa di via Dario Campana, quando gli attivisti di Casa Madiba pestarono i militanti di Forza Nuova lo scorso 26 marzo, e alcuni reati comuni. Contro il provvedimento, definito dal centro sociale un "attacco vigliacco, autoritario e fascista", Casa Madiba ha già annunciato una serie di manifestazioni di protesta. L'extracomunitario, comunque, ha 30 giorni di tempo per opporsi al rifiuto della Commissione Asilo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifugiato extracomunitario ritenuto pericoloso per l’ordine pubblico e la sicurezza

RiminiToday è in caricamento