Riscossione multe non dovute, Pecci: "E' un reato e lede i cittadini, il Comune vuole fare cassa?"

Consiglio comunale acceso: "Le sanzioni amministrative sono relative a un'ordinanza annullata dal Tar". Sulla questione replica l'assessore Sadegholvaad

Consiglio comunale acceso giovedì sera. A puntare il dito sulla questione delle riscossione delle sanzioni amministrative è il consiglie comunale della Lega Marzio Pecci. Secondo il capogruppo del Carroccio, che ha presentato un'interrogazione, "Sono state poste in riscossione da parte del comune di Rimini alcune sanzioni relative ad un’ordinanza annullata dal Tar.

L’ordinanza, datata 2016, era quella che vietava ai minimarket la vendita di bibite e alcolici refrigerati. Secondo Pecci, il fatto “evidenzia il cattivo funzionamento degli Uffici comunali che, privi di ogni direzione politica (sindaco e assessori), non dialogano tra loro. In particolare questo fatto conferma l'incapacità dell’assessore alla innovazione digitale, Eugenia Di Schio, nell’informatizzare gli Uffici comunali e dell’Assessore Jamil Sadegholvaad nella direzione dell’assessorato alle attività economiche. Ora il porre in riscossione sanzioni non dovute è un comportamento della P.A. che costituisce reato, viola i principi della buona amministrazione e lede i diritti dei cittadini che, di fronte ad ogni atto della P.A., si vedrebbero obbligati a ricorrere ai professionisti per conoscere la legittimità dei provvedimenti che l'Amministrazione comunale adotta".

In risposta, l’assessore Jamil Sadegholvaad ha rivendicato la scelta fatta nel 2016 dal comune “di contrastare quei minimarket che contribuiscono al consumo smodato di alcol”. “Fu una scelta sollecitata dalle categorie e da buona parte dell’opinione pubblica”. L’assessore ha infine spiegato che non sono state date disposizioni all’ufficio contenzioso. “Da quando l’ordinanza è stata annullata – ha detto – non è stato più emesso alcun verbale e mi informerò sull’iter delle ingiunzioni arrivate in questi giorni e comunque relative al periodo in cui l’ordinanza era vigente. Chiederò conto di quanto sta accadendo”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • La polizia di Stato si presenta alla festa abusiva nella villa in collina

  • Vittorio Sgarbi promuove Gnassi, "lo avrei già nominato premier", e anticipa i progetti su Fellini

Torna su
RiminiToday è in caricamento