rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Senza musica in piazza, sarà un Capodanno dedicato alla cultura

Rimini conferma l'apertura dei luoghi della cultura fino alle 3 del mattino, confermati gli spettacoli con il videomapping

Dopo aver cancellato - in ottemperanza alle disposizioni del nuovo decreto del governo a tutela della salute dei cittadini - gli appuntamenti musicali di piazza Malatesta, Rimini conferma le aperture del Fellini Museum con il castello malatestiano e il palazzo del Fulgor appena completato, del Teatro ottocentesco, dei palazzi dell’Arengo e del Podestà – Part - con la collezione di arte moderna e contemporanea che, per il 31 dicembre, aprono tutte le loro porte fino alle 3 di notte, in un ‘dialogo’ tra spazi interni ed esterni in cui la creatività e l’immaginazione possono accompagnare in un clima luminoso il passaggio verso il nuovo anno.

A fare da quinta naturale, i due spettacoli di videomapping che andranno in scena - in loop, a partire dal pomeriggio - in due luoghi simbolici della città: la piazza dei sogni e la piazza sull’acqua. Alla piazza sull’acqua va in scena su uno scenografico schermo d’acqua lo spettacolo Welcome!, un racconto video animato che, partendo dal messaggio di resilienza e fratellanza alla base dell'installazione luminosa "208" e passando per il concetto di accoglienza proprio del ‘dna’ di Rimini "caput viarum" con la sua mescolanza di genti del Mediterraneo, parla di Rimini, città di provincia ancorata a radici e tradizione, ma con lo sguardo aperto sul mondo. Lo spettacolo partirà dalle ore 17 del 31 dicembre e verrà replicato ogni 10 minuti fino alle 3 di notte, per proseguire l’1 e 2 gennaio dalle ore 17 a mezzanotte.

In piazza Malatesta dalle ore 17 del 31 dicembre, le facciate del teatro Galli, il ledwall del Palazzo del Fulgor e la torre di Castel Sismondo si animano grazie a proiezioni ed effetti visivi con lo spettacolo di videomapping ‘Insight!’. Lo spettacolo di luci e colori, grazie a particolari effetti astratti e pirotecnici, accompagnerà la notte del 31 dicembre, con proiezioni in loop ogni 25 minuti fino a tarda notte, dando vita agli edifici del centro storico che ne evidenziano gli elementi architettonici.

Al Museo della città nella sala del Giudizio il Quartetto EoS si esibirà, su prenotazione, in un concerto da Bach ai Led Zeppelin. Violini Aldo Capicchioni e Michela Zanotti, viola Aldo Maria Zangheri, violoncello Alessandro Culiani (dalle ore 22,30, spettacolo su prenotazione, già sold out) alla Domus del chirurgo il 31 dicembre risuoneranno le note jazz di Happy New Trio Simone La Maida al sax, Giovanni Baleani alla chitarra, Mauro Mussoni al contrabbasso (dalle ore 22,30, spettacolo su prenotazione, già sold out).

Il capodanno della cultura continua fino alle 3 di notte con aperture serali straordinarie e gratuite del Fellini Museum fra Castel Sismondo e Palazzo del Fulgor per una visita alle sale rinascimentali del mastio di Castel Sismondo, la rocca del Quattrocento al cui progetto contribuì Filippo Brunelleschi, che accolgono veri e propri set felliniani, sviluppando la dimensione più performativa ed emotiva di FM – Fellini Museum e per una visita al palazzo settecentesco del Fulgor, appena completato, dove Fellini bambino scoprì il cinema. Qui, nella magia del sogno della settima arte, il fotografo Enrico de Luigi, propone “Silohuettes di fine anno”, un’esperienza con la fotografia d’autore tra sessioni di ritratto e tecnologia per far ‘sbocciare’ immagine uniche.

Porte aperte sull’arte moderna e contemporanea al Part – Palazzi dell’Arte Rimini: negli storici palazzi dell’Arengo e del Podestà affacciati sulla centrale piazza Cavour di Rimini si potranno ammirare le opere d'arte contemporanea dell'eclettica raccolta della Fondazione San Patrignano. Dalle ore 16 alle 19 del 31 dicembre il Part ospita ‘Sogno di un giorno di mezz’inverno’: fra le bellissime opere d’arte del museo, il tempo si fermerà per dar vita alla fantasia, dove grandi e piccoli potranno assistere a una meravigliosa rappresentazione che immergerà i partecipanti in un mondo di favola e vedere la vita fiabesca del Re e della Regina con i loro elfi e le fate del bosco. Creature fantastiche che indossano vestiti incredibili e danzano movendosi su musica eterica (acli arte e spettacolo Rimini presenta H.O.P.E. for DANCE a.s.d. Rimini, in collaborazione con Cartoon club).

Apertura straordinaria fino alle 3 di notte anche al Teatro Galli, luogo di straordinaria suggestione, inaugurato da Giuseppe Verdi nel 1857 e inaccessibile per decenni, ora ritornato al suo splendore, così come al Museo della città e alla domus.

Tutti i musei della città il 31 dicembre seguiranno il seguente orario: 10 – 13 /16 – 19 / 21 – 03 (con ingresso gratuito solo serale, dalle ore 21 alle 3), mentre il primo di gennaio l’apertura sarà dalle ore 12.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza musica in piazza, sarà un Capodanno dedicato alla cultura

RiminiToday è in caricamento