Pullman senza assicurazione, 36 ragazzini in gita bloccati per ore sotto il sole

Il mezzo è stato fermato per un controllo dalla polizia Stradale ed è emerso che non era coperto da nessuna polizza facendo così scattare il sequestro. Tutti i passeggeri, studenti e docenti, costretti ad aspettare una corriera sostitutiva

Gran brutta avventura per gli alunni dell'istituto omnicomprensivo di Benetutti, in provincia di Sassari, rimasti bloccati per ore a Rimini dopo che si è scoperto che il pullman sul quale viaggiavano era sprovvisto di assicurazione. Tutto è iniziato venerdì mattina, verso le 9, quando il mezzo è stato fermato da una pattuglia della polizia Stradale all'intersezione tra la via Emilia e la Statale Adriatica per un controllo di routine. Dagli accertamenti è emerso subito che la corriera era sprovvista di assicurazione facendo così scattare il sequestro del pullman che, scorato dalla polizia, è stato fatto arrivare nel piazzale nei pressi della caserma per essere messo sotto sigilli. Come raccontato dai 3 professori, che accompagnano i 36 alunni della scuola media, erano partiti nella notte tra martedì e mercoledì da Benetutti per imbarcarsi su un aereo ad Alghero che li ha poi portati a Pisa. Nella città toscana sono saliti sul pullman incriminato  e, mercoledì sera, sono approdati a Riccione dove avevano prenotato l'albergo. La città romagnola era la loro base d'appoggio per effetuare una serie di escursioni tra la Repubblica di San Marino, Bologna, Ravenna e Ferrara ma, venerdì mattina, è arrivata la doccia fredda.

"E' dalle 9 che siamo bloccati in questo piazzale - racconta la professoressa Nella Carta, ancora alle 13.30 - e i ragazzi sono molto stanchi di stare fermi qui sotto il sole.Per oggi avevamo in programma una gita a Ravenna, dove tra l'altro abbiamo già la guida prenotata e pagata, ma difficilmente riusciremo a farla. Appena siamo stati bloccati dalla polizia, noi insegnati abbiamo immediatamente avvertito la scuola e i genitori degli alunni oltre a metterci in contatto con i referenti dell'agenzia di viaggi che ci ha affittato il pullman. Da quello che abbiamo capito, pare che l'agenzia avesse pagato regolarmente l'assicurazione all'agente della compagnia di cui si servono ma che, questi, non abbia poi girato il versamento. Ci hanno garantito che, da Pisa, è partito un altro pullman per proseguire la nostra gita scolastica ma, a questo punto, è evidente che abbiamo perso una giornata intera. La cosa più preoccupante è che abbiamo girato per giorni su un mezzo senza assicurazione, se fosse capitato qualcosa sarebbe stato un bel problema. Comunque, per sicurezza, adesso abbiamo radunato tutti i ragazzi nel piazzale ma siamo costretti a fare la spola con un bar qui vicino per permettere agli alunni di stare all'ombra e utilizzare i servizi igienici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento