Scatta l'operazione 'Mare Sicuro': la Guardia Costiera in campo per la sicurezza

Dal 22 giugno sino al 13 di settembre al via la campagna predisposta su tutto il territorio nazionale per garantire la sicurezza di bagnanti e navigatori

Anche quest’anno, a partire dal prossimo 22 giugno sino al 13 di settembre, la Guardia Costiera di Rimini svolgerà l’operazione “Mare Sicuro”, la campagna predisposta su tutto il territorio nazionale per garantire la sicurezza di bagnanti e navigatori. Come da tradizione, verranno intensificati i controlli per prevenire gli illeciti e quei comportamenti pericolosi. Tante le attività che anche per la stagione balneare 2015 coinvolgeranno la Capitaneria di Porto di Rimini vi sono i controlli alle navi passeggeri, al rilascio ai diportisti del “bollino blu” passando per il contrasto all’abusivismo commerciale in spiaggia. Per l’espletamento dell’operazione nell’ambito del territorio di giurisdizione, compreso fra Cattolica e Cesenatico, è stato predisposto il servizio di personale militare opportunamente addestrato anche al salvamento a nuoto in mare, che pattuglierà giornalmente la costa, sia da terra che a bordo di unità navali, costantemente collegate via radio con le sale operative di Cesenatico, Bellaria, Riccione, e Cattolica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il controllo del litorale sarà garantito con i mezzi navali presenti nell’intero Compartimento marittimo di Rimini, tra cui una motovedetta “ognitempo”, CP842, in grado di sostenere anche le condizioni meteomarine più avverse e difficili e pertanto dedicate principalmente al soccorso della vita umana in mare, due motovedette classe 2000 - CP2107 e CP713 – nonché sei battelli, in grado di raggiungere una velocità fino a 30 nodi, pronti a garantire il più rapido intervento per situazioni di emergenza in mare. La Capitnaeria di Porto, inoltre, ricorda il 'Numero Blu' per le emergenze in mare, il 1530, che  permette a chi si trova in pericolo o avvisti situazioni pericolose, di mettersi immediatamente in contatto telefonico, da qualsiasi parte d’Italia con la Capitaneria di Porto più vicina. Mare sicuro si era concretizzato lo scorso anno in un totale di circa 4.500 controlli, sia a mare che a terra, nei diversi ambiti di vigilanza del traffico, pattugliamento della costa e polizia marittima, che hanno portato all’irrogazione di sanzioni di natura amministrativa nonché talvolta di natura penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento