Cronaca

Si finge carabiniere e ruba il sacco con la merce a un venditore abusivo

Denunciato dai veri militari dell'Arma un caporale maggiore dell'esercito

Si era finto un carabiniere e, forte della sua qualifica, si era impossessato di un borsone pieno di merce appartenente a un venditore abusivo senegalese. Il tutto si è consumato lo scorso agosto quando l'uomo, un riminese 39enne, aveva avvicinato lo straniero appena uscito da un bar di Miramare. Dopo essersi qualificato come militare dell'Arma, ha intimato al senegalese di non frequentare più quel locale pubblico e, per fargli capire la lezione, gli aveva sequestrato il borsone di chincaglieria e di cover per cellulari allontanadosi in tutta fretta in sella alla sua moto. Ad assistere alla scena era stato un altro avventore il quale, vedendo il venditore abusivo disperato per la perdita della merce, lo aveva avvicinato e, ben sapendo che il 39enne non era un carabiniere ma un caporale maggiore dell'esercito, aveva svelato l'inganno.

Poco dopo, il finto militare dell'Arma era tornato nel bar e, il cliente, lo aveva rimproverato per quello che aveva fatto intimandogli di riconsegnare la merce al senegalese cosa che, il caporale, aveva poi fatto in tutta fretta. La storia sembrava essere finita ma, l'impresa del finto carabiniere, è iniziata a girare di bocca in bocca per tutto il quartiere fino ad arrivare alle orecchie dei veri carabinieri. Ne è nata un'indagine che ha portato gli inqurenti dell'Arma a scoprire il 39enne finito indagato per violenza privata e utilizzo mendace di segni e distintivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge carabiniere e ruba il sacco con la merce a un venditore abusivo

RiminiToday è in caricamento