“Siamo nati per camminare”: un centinaio di bambini a piedi per la città

Anche quest'anno Rimini ha aderito alla campagna regionale "Siamo Nati per Camminare" , rivolta ai bambini e ai genitori delle scuole primarie per promuovere la mobilità pedonale e sostenibile, in particolare nei percorsi casa-scuola

Anche quest’anno Rimini ha aderito alla campagna regionale “Siamo Nati per Camminare” , rivolta ai bambini e ai genitori delle scuole primarie per promuovere la mobilità pedonale e sostenibile, in particolare nei percorsi casa-scuola. Il tema di questa edizione – a cui hanno aderito 24 classi, per un totale di 491 bambini - è la salute, in particolare il rapporto tra attività fisiche quotidiane (come il camminare tutti i giorni da casa a scuola) e gli effetti positivi che queste hanno sul nostro benessere.

Martedì mattina un centinaio tra bambini e insegnanti delle scuole “Griffa”, “Villaggio nuovo” e “Fellini”, ha partecipato ad una passeggiata cittadina organizzata dal Centro per le Famiglie del Comune di Rimini, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Il Millepiedi. Sono stati pensati alcuni percorsi attraverso i quali è stato possibile, anche grazie alla bella giornata di sole, scoprire le bellezze storiche e i parchi di Rimini.

Al termine della passeggiata i bambini sono stati accolti nella Sala del Consiglio Comunale dal sindaco Andrea Gnassi e dal vicesindaco Gloria Lisi per confrontarsi sul tema della mobilità sostenibile e riportare loro alcuni pensieri scritti nelle cartoline distribuite nell’ambito del progetto. “Camminare – ha detto il sindaco ai bambini – non solo fa bene alla salute, ma vi permette di conoscere la città, ve la fa ‘sentire’ e ‘toccare’ e quindi ve la fa diventare più vostra. Più conoscerete la città e più gli vorrete bene”. “Sarete voi – ha aggiunto il vicesindaco Lisi – a dover insegnare ai vostri genitori, agli adulti, a cambiare le abitudini e a vivere in maniera diversa la città”.

Uno studio condotto dai ricercatori della Cnr per conto dell’Università di Westminster ha confermato come in Italia il 68% dei bambini che frequentano le scuole primarie raggiunge la propria scuola accompagnato in auto, contro il 32% dei bambini inglesi e il 30% dei tedeschi. Più del doppio quindi rispetto ai “colleghi” europei. “Crediamo che il progetto ‘Siamo nati per camminare’ possa servire proprio a tentare di invertire questa tendenza – sottolinea l’assessore Lisi – Stimolando bambini e genitori ad abbandonare le auto, per quanto possibile, e scoprire la bellezza di fare un percorso a piedi o in bicicletta. Un modo per vivere meglio una città che deve essere sempre più a misura di bambino”.

Un’attenzione verso la promozione della mobilità attiva che dal 2007 si traduce anche nell’attivazione da parte del Comune di Rimini del progetto “Piedibus”, che vede i volontari dell’Associazione Madonna della Carità e della Cooperativa Sociale Unitaria Pensionati accompagnare a piedi gruppi di bambini a scuola. Un progetto che abitua i bambini ad appropriarsi della propria autonomia, fare movimento in compagnia e allo stesso tempo acquisire alcuni elementi basilari di educazione stradale. Ad oggi sono 16 le linee di Piedibus attivate presso 10 plessi scolastici che coinvolgono più di 300 bambini. L’ultima linea, la “Ponte Marecchia – Via Coletti”, è stata attivata lo scorso 17 marzo e ha già visto l’adesione di 68 bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento