menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza in mare e controlli fiscali sulle imbarcazioni con il Roan della Finanza

In pattugliamento sulla costa della Romagna con l'elicottero e le motovedette delle Fiamme Gialle

Il ROAN di Rimini, dal 2017, rappresenta l’unica forza di polizia sul mare in Emilia-Romgna per la tutela dell’economia e il contrasto alle attività illegali. Nel corso di un anno effettua circa 803 missioni di pattugliamento nelle acque territoriali e. nel corso  dell’ultimo anno ha riscontrato oltre 254 violazioni in materia di polizia marittima, pesca e diporto nautico, elevano sanzioni per un importo complessivo di circa 16mila euro. Notevole è risultata l’attività volta all’individuazione di soggetti intestatari di unità da diporto di particolare pregio, ben 36, la cui disponibilità costituisce indice di capacità contributiva al fine di verificare la congruità tra il valore del bene posseduto ed i redditi dichiarati.

Grazie ai controlli, operati sia da mare che da cielo, sono stati svolti 101 accertamenti in materia di concessioni demaniali e abusivismo edilizio. Di questi, 32 hanno dato esito irregolare permettendo ai militari della Guardia di Finanza di scovare 8 persone non in regola dal punto di vista delle concessioni. In tema di tributi locali, l’attività operativa volta all’accertamento del rispetto degli adempimenti fiscali in ordine al pagamento delle relative imposte, ha permesso di constatare la mancata corresponsione alle casse dei rispettivi comuni del pagamento di Tari, Ici, Imu, per circa 820 mila euro.

Oltre al compito di polizia del mare, il Reparto Operativo AeroNavale ha competenza concorsuale anche nell’ambito dei reati ambientali. Nel corso dell’ultimo anno sono stati eseguiti 23 interventi in questo senso con l’accertamento di 18 violazioni e la segnalazione, all’autorità giudiziaria, di 14 responsabili contestando, allo stesso tempo, sanzioni amministrative per 50mila euro. Nel corso delle attività sono state sequestrate numerose discariche abusive per una superficie totale di 106.000 mq. nelle quali erano state stoccate complessivamente oltre 300 tonnellate di rifiuti, di cui 10 pericolosi come l’amianto. Sul fronte del “lavoro nero”, in maniera specifica per quanto riguarda le attività marittime o su terreni demaniali, sono stati individuati 59 lavoratori non in regola ed elevate sanzioni per 70mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento