Cronaca San Giuliano / Via Lucio Lando

Sit-in coi cani guida davanti all'hotel che rifiutò una non vedente

Oltre una ventina di persone di sono date appuntamento a Rimini per protestare contro il titolare della struttura ricettiva

Oltre una ventina di non vendenti, domenica pomeriggio, si sono dati appuntamento a Rimini coi loro cani guida per dar vita a un sit-in davanti all'albergo che aveva rifiutato ospitaliotà a una di loro per la presenza del quattrozampe che l'accompagnava. La protesta era partita alle 11 quando, dalla stazione, hanno iniziato a spostarsi verso San Giuliano mare per poi arrivare al St. Gregory Park e dare il via alla protesta pacifica ricordando, al titolare della struttura, la legge 8 febbraio del 2006 che stabilisce che i proprietari di esercizi che "impediscano od ostacolino, direttamente o indirettamente, l’accesso ai privi di vista accompagnati dal proprio cane guida siano sono soggetti a multe dai 500 ai 2.500 euro". Nonostante i toni tranquilli dei non vedenti, il responsabile della struttura ricettiva ha chiamato i carabinieri che, con una pattuglia, sono arrivati sul posto identificando tutti i presenti. Il gestore, Mauro D’Amico ha ribadito il suo secco no agli animali in hotel ribadendo che, in Riviera, ci sono tante strutture ricettive che accettano i cani e che, la sua politica, è quella di garantire un albergo "pet-free" a chi ha paura, oppure ha allergie e non vuole animali in vacanza.

Sit-in coi cani guida davanti all'hotel

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sit-in coi cani guida davanti all'hotel che rifiutò una non vedente
RiminiToday è in caricamento