Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Centro / Piazzale Cesare Battisti

La stazione ferroviaria, "buco nero" per la criminalità nelle ore notturne

Lo sfogo di un passeggero: "Tornando la sera c'è da avere paura per andare a recuperare la propria auto"

"Dall'altra parte, in piazzale Cesare Battisti, la situazione non è certo migliore. Tra il fast food e la palazzina dell'Enel il marciapiede, sempre con una illuminazione scarsa e con le pensiline degli autobus che schermano la visuale dalla strada, è popolato di stranieri ubriachi che, oltre a divertirsi a rompere a terra le bottiglie di vetro, non perdono occasione di chiedere qualche euro ai passanti. Sul fronte opposto, quello lato mare, il degrado regna ancor più sovrano visto che non ci sono attività aperte che possano illuminare la strada e, dai giardinetti, spuntano all'improvviso sbandati e tossici che si stanno riprendendo dopo aver assunto alcol e stupefacenti".

"E' assurdo che, in una città come la nostra, chi torna a casa debba fare i conti con questa insicurezza e che, non poche volte, si sia trovato davanti a zuffe tra balordi. Delle forze dell'ordine, spesso, nemmeno l'ombra e, a questo punto, ci sarebbe davvero la necessità di quelle che vengono definite 'ronde'. Non è concepibile un degrado tale in una delle porte d'ingresso di Rimini con la gente che, tutte le sere, debba avere paura per attraversare quella che è, a tutti gli effetti, una terra di nessuno. O meglio. E' una terra di conquista per gli sbandati, gli spacciatori e i tossici!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La stazione ferroviaria, "buco nero" per la criminalità nelle ore notturne

RiminiToday è in caricamento