Straniero armato di ascia assalta la tabaccheria e semina il panico tra i passanti

Parapiglia nel pomeriggio di mercoledì in zona stazione, il marocchino bloccato dagli agenti della polizia di Stato in viale Roma

Serata agitata, quella di mercoledì, nella zona della stazione ferroviaria di Rimini con un nordafricano che, armato di ascia, ha seminato il panico in strada. Tutto è iniziato verso le 20 quando, un giovane, è arrivato davanti alla tabaccheria di piazzale Cesare Battisti e, con l'ascia, ha iniziato a vibrare dei fendenti contro il distributore automatico di sigarette nel tentativo di scassinarlo. Ad accorgersi di tutto è stata la commessa che ha iniziato ad urlare e ha chiedere aiuto nonostante le minacce del malvivente il quale, oramai scoperto, si è dato alla fuga in bici mentre, nel frattempo, è stato chiesto l'intervento della polizia di Stato.

Una pattuglia delle Volanti è arrivata in piazzale Cesare Battisti e, gli agenti, dopo aver raccolto una descrizione dello straniero, sono partiti alla sua ricerca. Pochi minuti e, l'individuo, è stato bloccato in via Roma con ancora l'ascia in mano ed è stato portato in Questura. Negli uffici di corso d'Augusto è emerso che si trattava di un marocco 28enne, già noto alle forze dell'ordine per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti, che è stato quindi tratto in arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle ultime 24 ore sono state altre 2 le rapine che hanno visto Rimini protagonista. La prima verso le 14 con due ragazzi che si erano da poco seduti ai tavoli di un ristorante di via Destra del Porto per pranzare. A un certo punto, davanti a loro, è passato uno straniero in bici che, sulle spalle, aveva uno zaino identico a quello lasciato in macchina dai giovani. Preoccupati, sono tornati dove avevano pacheggiato la vettura scoprendo che la portiera era stata forzata ed era sparito lo zaino con portafogli, pc e cellulare per un valore di 2mila euro. E' iniziato un inseguimento e, dopo pochi metri, le vittime sono incappate in una pattuglia della squadra Nautica della polizia di Stato che li ha aiutati fino a quando il malvivente è stato catturato. A finire in manette è stato un tunisino 30enne, clandestino in Italia, trovato in possesso di una borsa artigianalmente “schermata”, utilizzabile per aggirare i dispositivi antitaccheggio posti sulla merce in vendita all’interno di negozi e centri commerciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento