Due studenti riminesi portano la scuola su Telegram e volano in Cina

Lorenzo Benedettini e Lorenzo Tabarrini dell'istituto Belluzzi-Da Vinci vincono un concorso nazionale con l'idea "Smart school 4.0"

Gli studenti Lorenzo Benedettini e Lorenzo Tabarrini

L'Istituto tecnico "Belluzzi-Da Vinci" di Rimini vince il concorso nazionale "I Giovani e le Scienze" per il progetto “Smart School 4.0”, ideato e sviluppato dagli studenti Lorenzo Benedettini e Lorenzo Tabarrini.

Il riconoscimento, assegnato a fine marzo da Aica (Associazione Italiana dedicata allo sviluppo delle conoscenze, della formazione e della cultura digitale), premia il migliore studio sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. L'idea riminese è entrata a fare parte dei 30 team finalisti del concorso promosso da Fast per valorizzare i giovani talenti delle scuole e giunto quest’anno alla sua 31esima edizione. La manifestazione “I Giovani e le Scienze” promuove e valorizza le competenze e le potenzialità scientifiche e tecnologiche dei ragazzi d’Italia, offrendo loro le più significative opportunità per confrontarsi, crescere e realizzarsi nella scienza e nelle sue applicazioni. Gli obiettivi fondamentali dell’iniziativa sono: avvicinare i giovani alla scienza e alla ricerca, individuare e incoraggiare i più meritevoli e promettenti e stimolare lo spirito dell’innovazione e della collaborazione tra gli studenti. A partire dal 2008 “I Giovani e le Scienze” è inserito nel programma di individuazione e valorizzazione delle eccellenze “Io merito” del MIUR nell’ambito scientifico e tecnologico.

Il progetto premiato “Smart School 4.0” ha come obiettivo del lavoro di sviluppare un sistema rapido di informazione per le sostituzioni dei docenti e per la diffusione delle circolari. “Smart School 4.0” sostituisce il classico invio di email con un messaggio su Telegram. La piattaforma di messaggistica istantanea basata su cloud, sfruttando la tecnologia dei bot, è in grado di rispondere in modo automatico alle richieste degli utenti; in questo modo gli insegnati hanno subito accesso alle comunicazioni da parte della scuola e allo stesso tempo l’istituto non ha più necessità di stampare i messaggi su carta e comunica tempestivamente le variazioni di orario delle lezioni al corpo docente. Il premio consentirà ai vincitori di partecipare con il loro progetto alla prossima edizione di Castic 2019, la competizione sulla scienza e sulla tecnologia in programma a Macao (Cina) il prossimo 20-26 luglio.

“Siamo sempre orgogliosi di sostenere il premio Giovani e le Scienze, che ogni anno ci stupisce per la qualità e l’innovazione dei progetti presentati: per noi è un’occasione importante per contribuire a valorizzare le eccellenze delle nostre scuole e far comprendere ai giovani attraverso l’esempio dei loro coetanei quante opportunità si possano cogliere utilizzando la tecnologia con competenza e creatività. Iniziative come questa sono fondamentali anche come occasioni che permettono agli studenti di interfacciarsi con ragazzi di altri Paesi e, in una logica di contaminazione di idee, acquisire sempre maggiori competenze ed esperienze.” afferma Carlo Tiberti, Responsabile Certificazioni Ecdl e rappresentante di Aica nella giuria del Premio. “Premiando il progetto Smart School 4.0 vogliamo sottolineare come la tecnologia e i social oggi possano migliorare, snellire e velocizzare la comunicazione, con un parallelo risparmio sui costi di stampa, nel pieno rispetto dell’ambiente. Nel progetto Smart School 4.0 ci ha colpito anche l’immediata spendibilità dell’idea che permette di offrire una rapida soluzione a problematiche semplici ma molto diffuse: in questo senso le discipline scientifiche e informatiche si confermano quindi come un generatore di opportunità per migliorare e semplificare la nostra vita quotidiana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra, registrata scossa di terremoto nell'entroterra riminese

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Chiusi i seggi, la diretta elettorale delle elezioni regionali 2020

  • Rimini è tra le 4 province in cui vince Borgonzoni, che stacca di poco Bonaccini. Successo dei no-vax

  • La partita dei Comuni finisce 20 a 5 per Lucia Borgonzoni

Torna su
RiminiToday è in caricamento