Studenti disabili e diritto allo studio, la Provincia stanzia oltre 200mila euro

Tali interventi sono una parte delle azioni di sostegno per l’inserimento scolastico di 165 alunni diversamente abili, residenti nella provincia di Rimini e frequentanti gli Istituti scolastici superiori

La Provincia di Rimini, all’interno del finanziamento complessivo per circa un milione di euro del “Programma di interventi a favore degli studenti diversamente abili”, ha stanziato 229.819,07 euro per il periodo gennaio/giugno 2014, da assegnare a 18 Istituti scolastici interessati per la realizzazione di una parte degli interventi di supporto educativo assistenziale nell’anno scolastico in corso. Tali interventi sono una parte delle azioni di sostegno per l’inserimento scolastico di 165 alunni diversamente abili, residenti nella provincia di Rimini e frequentanti gli Istituti scolastici superiori.

Il diritto allo studio è da sempre uno degli interventi assicurati dalla Provincia di Rimini e rispetto al quale, nonostante il progressivo venir meno delle risorse, l’Ente ha sempre garantito il medesimo impegno economico. Questo stanziamento fa parte infatti di un finanziamento complessivo che la Provincia di Rimini ha approvato nel corso del 2013, per  l’anno scolastico 2013/2014, di circa un milione di euro (in parte di risorse provinciali ed in parte di risorse del Fondo regionale disabili come già disposto con precedenti delibere), in cui oltre al finanziamento del servizio educativo-assistenziale sono inserite la realizzazione di progetti di orientamento e l’acquisto di ausili per la didattica.

“Quello del sostegno alla scuola in generale - spiega L’Assessore alle politiche scolastiche, Meris Soldati- e dei servizi educativo assistenziali in particolare sono interventi assolutamente centrali nella politica scolastica portata avanti dall’Amministrazione provinciale di Rimini. In momenti di contingenza economica difficilissima, crediamo sia ancora più importate la scelta di finanziare direttamente i servizi necessari per assicurare ai ragazzi diversamente abili adeguate per garantire la tutela del diritto allo studio anche ai fini della piena integrazione sociale".

"Purtroppo, ancora oggi, mi trovo a dover ribadire l’assoluta incertezza rispetto a chi, chiuse le Province, si prenderà carico di questi interventi che, per buona parte, sono proprio finanziati direttamente con fondi della Provincia di Rimini - conclude Soldati -. Anche per questo è necessario che il governo, quanto prima, possa fare chiarezza circa il futuro di un settore così centrale e nevralgico per le sorti del paese come quello dell’istruzione e del diritto allo studio.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento