Vile atto vandalico, Casa delle donne imbrattata con delle svastiche

“Nel manifestare la mia solidarietà a tutte coloro che nella Casa delle donne prestano il loro lavoro e a chi vi trova sostegno e aiuto, auspico che i responsabili dello sfregio vengano individuati al più presto”, afferma Petitti

Svastiche sulla sede della Casa delle donne di Rimini. Ignoti nella nottata tra venerdì e sabato hanno imbrattato la struttura dedicata a Lella Gnassi, cercando inoltre di forzare il portone d’ingresso. Sull’episodio indagano le forze dell’ordine, che hanno proceduto ai rilievi di legge. Il vile attacco è avvenuto a poche ore dalla commemorazione della Shoa. La parmentare Pd Emma Petitti ha espresso “la più ferma condanna”, definendo “inqualificabile” il gesto.

“Nel colpire un luogo importante della città di Rimini colpisce simbolicamente ognuna di noi – sottolinea Petitti -. Un luogo a cui sono legata ulteriormente, avendone seguito la nascita. Alla gravità dell'accaduto si aggiunge il fatto che quelle croci uncinate hanno imbrattato la targa della Casa delle donne e la memoria di colei a cui è dedicata, l'indimenticata Lella Gnassi, a due giorni dalla data in cui viene commemorata la Shoa”.

“Nel manifestare la mia solidarietà a tutte coloro che nella Casa delle donne prestano il loro lavoro e a chi vi trova sostegno e aiuto, auspico che i responsabili dello sfregio vengano individuati al più presto”, conclude. Sulla questione è intervenuto anche il comitato provinciale dell'Anpi di Rimini, che “esprime la sua preoccupazione e la sua più netta condanna nei confronti di questo sfregio, ultimo atto di una lunga serie di provocazioni che hanno visto colpire i simboli della Rimini democratica”.

“Ci uniamo nella solidarietà ai tanti che si sono stretti attorno all'Amministrazione comunale e alla Casa delle Donne, e nel contempo esprimendo vicinanza ideale alla nostro comitato comunale, auspicando che la mostra su Anne Frank possa essere un momento di risposta concreata a questi scellerati che offendono l'intera città”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento