Bloccati dalla polizia con l'apparecchiatura per svuotare le slot machine

Il marchingegno, attraverso un impulso elettrico, è in grado di interferire con i circuiti delle slot machine e di "liberare" tutte le monete contenute nella gettoniera delle macchinette mangia soldi. La scorsa estate una sala giochi era stata presa di mira con lo stesso sistema

Un'apparecchio elettronico artigianale, utilizzato per mandare in tilt le slot machine e impossessarsi delle monete contenute nelle macchinette mangiasoldi, è stato trovato in possesso di due ragazzi fermati dalla polizia nel corso di un controllo stradale. Tutto è avvenuto nel pomeriggio di giovedì quando una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, di rinforzo al personale riminese della polizia di Stato, ha notato uno scooter con a bordo due giovani che, alla vista delle divise, ha invertito immediatamente la marcia per evitare di incrociare l'auto delle forze dell'ordine. La manovra ha insospettito gli agenti che hanno deciso di inseguire il due ruote e di bloccarlo.

Nel corso del controllo sono stati identificati i due ragazzi, uno dei quali già noto alle forze dell'ordine, che hanno mostrato segni di nervosismo alle domande della polizia. E' stato così deciso di approfondire la perquisizione e, sotto la sella dello scooter, è stato così trovato l'apparecchio elettronico risultato essere una macchinetta “svuotaslot". Il marchingegno, attraverso un impulso elettrico, è in grado di interferire con i circuiti delle slot machine e di "liberare" tutte le monete contenute. Durante l'estate, con un'apparecchiatura simile, era stata presa di mira una sala giochi sul litorale nord di Rimini e aveva permesso ai malviventi di svuotare quattro macchinette mangiasoldi di centinaia di euro contenuti nelle loro gettoniere. Lo “svuotaslot" è stato messo sotto sequestro e i due sono stati segnalati alla squadra Mobile, che ha avviato le indagini del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento