Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Marina Centro / Viale Nazario Sauro

Stazionario ma in condizioni ancora critiche la vittima dell'aggressione

Ricoverato in terapia intensiva il 25enne nigeriano accoltellato mercoledì sera fuori da un supermercato a Marina Centro

E' ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'Infermi, dove i medici si sono riservati la prognosi a causa della milza spappolata, emmoragie interne e fratture varie, il nigeriano 25enne accoltellato mercoledì sera a Marina Centro. Il ragazzo, un richiedente asilo, sarebbe in condizioni critiche ma stabili dopo l'aggressione subìta per motivi razziali da un 30enne residente a Rimini ma di origini meridionali che lo avrebbe prima insultato per poi picchiarlo, ferirlo con un coltello e cercare di finirlo tentando di investirlo con la propria vettura. Secondo le prime ricostruzioni, poco prima delle 19 davanti al supermercato A&O di viale Nazario Sauro è arrivato l'aggressore a bordo della propria auto e in compagnia del padre. Per cause ancora al vaglio degli inquirenti della polizia di Stato, tra il 30enne e il nigeriano sarebbero volate delle parole grosse, condite anche da insulti a sfondo razzista, tanto che la lite è poi degenerata in un'aggressione fisica.

Massacrato per motivi razziali

I due hanno iniziato a picchiarsi di santa ragione e, nel parapiglia, l'italiano avrebbe estratto un coltello dalla tasca con il quale avrebbe ferito il 25enne al torace. Spaventato e sanguinante, il nigeriano ha quindi tentato di fuggire a piedi verso via Tolmino ma, a questo punto, il 30enne sarebbe balzato a bordo della propria auto e, incurante del padre seduto al posto del passeggero che in un primo tempo aveva tentato di fare da paciere, ha inseguito lo straniero cercando più volte di investirlo e di schiacciarlo contro due furgoni parcheggiati in strada per poi fuggire lasciandolo a terra esanime. 

Alcuni testimoni, vista la situazione, hanno dato l'allarme e, sul posto, è accorsa l'ambulanza medicalizzata del 118 e il personale della polizia di Stato. Il ferito, stabilizzato dai sanitari, è poi stato trasportato d'urgenza al pronto soccorso dell'Infermi dove le sue condizioni sono apparse subito molto critiche. Grazie al racconto delle persone presenti, che hanno avuto la prontezza di appuntarsi il numero di targa, gli inquirenti della polizia di Stato sono riusciti a risalire al prorpietario della vettura individuandolo poi nella propria abitazione dove, secondo alcune indiscrezioni, è stato rinvenuto anche il coltello sporco di sangue. Portato in Questura, l'uomo è stato sottoposto a fermo di polizia con l'accusa di tentato omicidio aggravato dai motivi razziali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazionario ma in condizioni ancora critiche la vittima dell'aggressione

RiminiToday è in caricamento