Tentò di stuprarla in spiaggia, nordafricano recidivo patteggia 2 anni

La studentessa venne aggredita dal marocchino la notte di Ferragosto e solo grazie alla sua violenta reazione riuscì a liberarsi e a fuggire

Ha patteggiato una pena di 2 anni il marocchino 40enne che, nella notte di Ferragosto 2015, ha cercato di stuprare una giovane riminese sulla battigia. Per il nordafricano, già uscito dal carcere e residente in Piemonte e con reati specifici alle spalle, è scattato l'obbligo di dimora e di firma. Secondo quanto emerso, quella notte lo straniero aveva addocchiato una studentessa riminese 26enne che, insieme agli amici, si stava divertendo sulla spiaggia del Bagno 36 a Rimini dove era in corso una festa. La vittima, a un certo punto, si era allontanata dal gruppo arrivando sulla battigia ed è stato qui che, il 40enne, l'aveva aggredita alle spalle scaraventandola sulla sabbia per poi montarle addosso e cercare di violentarla.

Solo la strenua resistenza della 26enne aveva evitato il peggio e, riuscendosi a divincolare dalla presa dell'uomo, fuggire per chiedere aiuto agli amici. Sul posto, oltre all'ambulanza del 118, era accorsa una pattuglia dei carabinieri e, grazie alle immediate ricerche e alla memoria fotografica della ragazza che aveva indicato ogni dettaglio del suo aggressore, il marocchino era stato arrestato dai militari dell'Arma e, una volta portato in caserma, riconosciuto dalla vittima. Questa mattina, davanti al gip, il 40enne ha dichiarato di aver agito in preda ai fumi dell'alcol e di essere dispiaciuto per quanto accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla vicenda è intervenuto Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord che ha affermato: "ha tentato di stuprare una ragazza di 24 anni in spiaggia a Rimini la scorsa estate, dopo averla aggredita, ma per fortuna la ragazza è riuscita a liberarsi e fuggire. Aveva già precedenti per altri tentati stupri. Eppure l'autore di questo crimine, un marocchino di 39 anni, ha potuto patteggiare una pena di soli 24 mesi: due anni per un mancato stupro e per un'aggressione. Neppure un giorno di carcere e di nuovo libero di aggredire un'altra donna…. Pensiamo che sentenze come questa possano fare da deterrente per evitare il ripetersi di violenze come quelle di Colonia?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento