Cronaca

Padre di famiglia si finge 15enne per adescare una ragazzina su internet

L'uomo si spacciava per un liceale e aveva allacciato una relazione telefonica con la piccola

Dalle battute innocenti in chat al cyber sesso, ha rischiato grosso una 13enne riminese finita nella rete di un maniaco su internet. L'uomo, un padre di famiglia 48enne residente nella provincia di Torino, aveva approcciato la sua vittima nella rete e, attraverso il social network, aveva carpito la fiuducia della minorenne spacciandosi per un liceale 15enne. I due non si erano mai conosciuti dal vivo e, la loro amicizia, viaggiava solo nel mondo virtuale fino a quando, il 48enne, era riuscito ad avere anche il numero di cellulare della giovane. Le conversazioni, col passare del tempo, si erano fatte sempre più spinte ma, a scoprire tutto, era stata la madre della 13enne insospettita dall'atteggiamento della figlia. La donna aveva poi intercettato dei messaggi poco chiari fino a riuscire a parlare direttamente con chi c'era dall'altra parte dell'apparecchio. Alla signora è bastato poco per capire che non si trattava di un adolescente ed ha immediatamente sporto denuncia alla polizia. Gli agenti sono risaliti fino al 48enne, che utilizzava anche una scheda telefonica intestata ad un altra persona, denunciato per molestie nei confronti di una minorenne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre di famiglia si finge 15enne per adescare una ragazzina su internet

RiminiToday è in caricamento