Cronaca

In trasferta per ripulire gli appartamenti, in manette banda di ladri

Due brindisini arrestati dai carabinieri di Rimini, dopo che avevano svaligiato una casa, al termine di un'indagine lampo

Si è conclusa con l'arresto di due topi d'appartamento, che nei giorni scorsi avevano ripulito diverse abitazioni tra Rimini e Riccione, l'indagine lampo dei carabinieri. Tutto è iniziato nel pomeriggio di sabato quando, sul lungomare nella zona del Marano, è stato segnalato il furto all'interno di un veicolo parcheggiato nei pressi di un noto ristorante sulla spiaggia. Sul posto è intervenuta una pattuglia dell'Arma ed è emerso che, a sparire, era stata una borsa con contanti, documenti e le chiavi di casa della proprietaria. Grazie alle telecamere a circuito chiuso che sorvegliano la zona, i carabinieri hanno scoperto che a compiere il furto erano stati due individui poi fuggiti a bordo di una vettura con targa polacca. Quest'ultima, nei giorni scorsi, era già stata segnalata più volte nei pressi di altre case svaligiate tra Rimini e Riccione.

I militari dell'Arma, quindi, hanno iniziato a cercare l'auto coi malviventi e, nel tardo pomeriggio, è stata individuata in via Trasversale Marecchia e bloccata. A bordo sono stati pizzicati due brindisini di 29 e 45 anni e, dalla perquisizione dell'abitacolo, è spuntata varia refurtiva: 1200 euro in contanti, alcuni gioielli per un valore stimato di 1700 euro e una carta di credito. Secondo quanto emerso, i due malviventi avevano appena svaligiato anche l'abitazione della prorpietaria della borsa rubata al Marano, utilizzando per entrare in casa le chiavi dell'appartamento. Portati in caserma, è emerso che i due pugliesi erano in trasferta in Riviera per ripulire gli appartamenti e sono stati dichiarati in arresto per furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta per ripulire gli appartamenti, in manette banda di ladri

RiminiToday è in caricamento