Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Marina Centro / Viale Vittorio Veneto

In tre appartamenti vivevano stipati 24 extracomunitari, tutti di origine bengalese

Ennesimo blitz dei carabinieri contro l'abusivismo commerciale nelle abitazioni dove, i vu cumprà, vivono ammassati

Nuovo blitz all'alba dei carabinieri di Rimini che, insieme agli ispettori dell'Ausl, sono entrati in azione per contrastare 
l’abusivismo commerciale nelle abitazioni dove, i vu cumprà, vivono ammassati. I 16 militari dell'Arma hanno ispezionato tre appartamenti, uno in via De Pinedo, uno in via Destra del Porto e l’ultimo in via Vittorio Veneto, dove vivevano ammassati 24 extracomunitari tutti di origine bengalese. I controlli hanno permesso di denunciare due stranieri per per introduzione territorio nazionale di prodotti con marchio contraffatto e ricettazione. Nello specifico, uno è stato trovato in possesso di 220 occhiali da sole e, l'altro, con 10 borse; tutta la merce è stata sequestrata.

Due degli immobili, risultati abitabili, avevano gravi carenze sotto il profilo igienico-sanitario e, complessivamente, sono state contestate 12 sanzioni amministrative in relazione all’ordinanza del Comune di Rimini per la prevenzione delle condizioni di sovraffollamento abitativo, per un totale di 600 euro. Accertamenti sono stati eseguiti sui contratti di affitto nonché sui proprietari ed affittuari degli immobili. È ormai tendenza consolidata che l’intestatario del contratto di affitto sia il titolare di un negozio etnico che a sua volta subaffitta o ospita connazionali ai quali fornisce merce da vendere sulle spiagge. Il personale dell’Ausl provvederà nei prossimi giorni a richiedere l’emissione di un’ordinanza dirigenziale di sgombero e ripristino del numero legale di residenti previsto ai competenti uffici comunali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tre appartamenti vivevano stipati 24 extracomunitari, tutti di origine bengalese

RiminiToday è in caricamento