rotate-mobile
Cronaca

Albergatori "strozzati" dagli aumenti: "Combattiamo con la concorrenza sleale delle camere a 30 euro"

L'albergatrice esasperata: "Se va avanti così sarà uno schifo, la colpa è di tanti imprenditori improvvisati che danneggiano l'immagine del turismo riminese""

"Il turismo riminese è di bassissima qualità e, la colpa, è degli albergatori improvvisati che fanno prezzi assurdamente bassi attirando questo genere di turismo e danneggiando gli imprenditori seri". E' esasperata un'albergatrice di Marebello che, dopo l'ennesima pubblicità negativa per la Riviera con lo scandalo dell'hotel Gobbi, chiede di fare chiarezza sul settore ricettivo. "Io ho due strutture a Marebello - spiega l'imprenditrice - e quest'anno solo l'elettricità è aumentata del 350%. Facendo i conti, solo di energia elettrica una stanza mi costa 11 euro al giorno, com'è possibile che ci siano alberghi che con 48 euro offrono pensione completa più ombrellone e due lettini in spiaggia? C'è qualcosa che non torna". La questione dei prezzi stracciati in Riviera è annosa e, puntualmente, torna alla ribalta quando nei periodi di alta stagione si trovano camere anche a 30 euro con la mezza pensione. Hotel che, di fatto, sono letteralmente da "incubo" come hanno documentato gli youtuber Captain Blazer e Kazu che hanno dormito nella struttura meno consigliata da TripAdvisor tra topi in camera e lenzuola macchiate con una notte al prezzo di 42 euro.

"I turisti che vengono qui in vacanza - prosegue l'albergatrice che preferisce mantenere il riserbo sulle sue strutture - sono di livello molto basso e guardano solamente il prezzo finale e non i servizi che offrono le strutture. Non si rendono conto che i prezzi bassi non sono sinonimi di qualità e, alla fine, si ritrovano in strutture al limite dell'agibilità perchè i gestori non riescono a starci dentro con le spese. Questo vuol dire scarsissima pulizia, mancanza dei più elementari comfort e materie prime per il mangiare di quart'ordine. In questa maniera non si ha certo una bella pubblicità per la Riviera e, allo stesso tempo, è un danno d'immagine per chi lavora seriamente e cerca di tenere i prezzi alti per un turismo di maggiore qualità anche se poi mi è capitato di sentirmi proporre di pagare a rate. Chi pensa di trascorrere una vacanza degna di questo nome in camere da 30 euro a notte è uno stupido. Sono queste le strutture che fanno cattiva pubblicità a Rimini, hotel gestiti da imprenditori improvvisati che pur di vendere lo fanno sotto costo non pensando che ci rimetteranno e che a fine stagione sarà un bagno di sangue e in tanti saranno costretti a chiudere con un mare di debiti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albergatori "strozzati" dagli aumenti: "Combattiamo con la concorrenza sleale delle camere a 30 euro"

RiminiToday è in caricamento