menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

L'avventura extraconiugale si è rivelata un fallimento concludendosi con l'arrivo della polizia di Stato

Un animato litigio quello che, nella notte tra sabato e domenica, ha fatto accorrere in un residence di via Gubbio le pattuglie della polizia di Stato con gli agenti che si sono trovati a dover dipanare una vicenda alquanto boccacesca. Protagonisti della storia un padre di famiglia 55enne, residente a Brescia ma in vacanza sulla Riviera, e un transessuale 36enne. Il primo, secondo quanto ricostuito, nella serata di domenica ha iniziato a sentirsi particolarmente solo visto che il resto della famigliola era ritornato in Lombardia e a questo si è aggiunta anche l'insonnia. Due fattori che lo avrebbero portato a fare una passeggiata col cane in viale regina Elena, nota strada riminese del sesso a pagamento, dove ha incontrato quella che credeva fosse una prostituta. Forse per combattere la noia, il 55enne ha concordato una prestazione sessuale per 30 euro ed entrambi si sono avviati al residence per consumare. E' stato nella camera della struttura ricettiva, dopo qualche giochetto a luci rosse, che l'uomo ha fatto l'amara scoperta di aver rimorchiato un transessuale.

A questo punto, però, le versioni dei protagonisti iniziano a divergere. Il bresciano avrebbe chiesto al 36enne di recuperare un po' di cocaina per "tirarlo su di giri" dopo la scoperta del vero sesso di quella che credeva una prostituta. Il trans, però, sarebbe tornato poco dopo a mani vuote facendo così innescare la lite. I 30 euro pattuiti all'inizio, infatti, non bastavano più al transessuale visto il tempo che aveva perso anche per cercare lo stupefacente. Al diniego del cliente avrebbe quindi spaccato una bottiglia di vetro per aggredire l'uomo con un coccio e, a sua volta, anche il 55enne avrebbe sferrato dei fendenti con un altra scheggia al 36enne. All'arrivo degli agenti, il trans presentava delle ferite ed è stato portato in pronto soccorso da dove è stato poi dimesso con una prognosi di 15 giorni mentre, il bresciano, aveva a sua volta delle ferite da taglio. Entrambi, comunque, sono stati denunciati a piede libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Amigurumi, l'unicinetto che decora la casa

social

Zuppa inglese: origini, 2 ricette e varianti golose

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento