Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Centro / Piazzale Cesare Battisti

Utilizza la compagna all'ottavo mese di gravidanza come deposito per la droga

La coppia è stata arrestata dal personale della polizia Municipale di Rimini mentre vendeva hashish nella zona della stazione

Gli strani movimenti di un tunisino 29enne, già noto alle forze dell'ordine in quanto implicato nell'operazione Kebab che aveva ripulito Borgo Marina dagli spacciatori, e di una donna incinta nei pressi della stazione hanno insospettito il personale della polizia Municipale di Rimini che è intervenuto per bloccarli. Il nordafricano, infatti, veniva avvicinato da una serie di persone e, dopo aver confabulato, si avvicinava alla donna incinta per prendere un involucro e ritornare al suo posto. E' così emerso che il 29enne stava spacciando hashish e utilizzava la sua compagna, una bulgara all'ottavo mese di gravidanza, come deposito per lo stupefacente.

Nelle tasche dei due sono spuntati 7 grammi di droga e, una successiva perquisizione nella loro abitazione, ha permesso di scoprire un panetto da 67 grammi della stessa sostanza. Arrestati, entrambi sono stati processati per direttissima nella mattinata di lunedì con il giudice che ha convalidato il fermo per poi rilasciare la bulgara, a causa della sua gravidanza, mentre per il tunisino si sono aperte le porte del carcere riminese dei Casetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Utilizza la compagna all'ottavo mese di gravidanza come deposito per la droga

RiminiToday è in caricamento