Guerra ai no vax, Burioni: "Le sanzioni severe hanno piegato l'ignoranza e l'egoismo dei genitori"

"Speriamo che lo svuotamento dei portafogli, dovuto anche alle spese legali per ricorsi fallimentari, induca le famiglie a scelte più sagge"

Anche in Rete continua la battaglia sui vaccini. E il medico riminese Roberto Burioni, finito spesso nel mirino dei no vax, torna alla carica per sostenere il sindaco di Rimini sulla scelta delle multe ai genitori che non adempiono agli iter vaccinali obbligatori per i bambini che frequentano asili e scuole. Il dottore, alcuni giorni fa, ha infatti scritto un nuovo post sulla sua pagina Facebook dove è seguitissimo. "La coraggiosa ordinanza del sindaco di Rimini sta avendo successo. Un terzo dei bambini non vaccinati è stato infine vaccinato. Le sanzioni severe hanno piegato pure l'ignoranza e l'egoismo dei genitori, che presto si renderanno conto di avere fatto la cosa più giusta per i loro figli, che cresceranno sani e protetti.

Certo, rimangono gli altri due terzi. Speriamo che da un lato la ragione, dall'altro lo svuotamento del portafoglio, operato non solo dalle multe, ma anche dai loro avvocati che giustamente e provvidamente li dissanguano a suon di spese legali dovute per fallimentari ricorsi, li inducano a scelte più sagge".

Potrebbe interessarti

  • I 7 migliori borghi medievali da visitare in Romagna

  • Come pulire la lavastoviglie con bicarbonato, aceto e limone

  • Aiuto! Ho le formiche in casa: ecco come allontanarle

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla strada, scooterista perde la vita in un drammatico incidente

  • Autotrasportatore riminese perde la vita in un drammatico tamponamento a catena

  • Aggressione sessuale a due turiste sulla spiaggia di Rimini, fermato un sospetto

  • Turiste tedesche salvate dallo stupro da un giovane senegalese

  • Ciclista perde la vita dopo un drammatico incidente stradale

  • Tremendo schianto, scooterista in gravi condizioni dopo la carambola

Torna su
RiminiToday è in caricamento