Cronaca

Vendevano sigarette senza licenza, chiusi dalla Finanza 4 bar

Nei guai anche un negozio di articoli vari, gestito da un cittadino cinese, che aveva il "vizio" di non fare gli scontrini

Vendere le sigarette ai loro clienti abituali, senza avere tuttavia la licenza di tabaccaio, è costato caro a 4 bar di Rimini che, oltre a una pesante sanzione, si sono visti sospendere la loro attività per cinque giorni. A scoprire i quattro locali, nel corso dei controlli del territorio a Rimini, Riccione e Poggio Torriana, sono stati i militari della Guardia di Finanza i quali, allo stesso tempo, hanno sequestrato oltre 18 chili di tabacchi lavorati. La Direzione Regionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, sulla scorta dei verbali Trasmessi dai finanzieri, per l’illecita vendita, oltre all’irrogazione di una sanzione amministrativa da 5000 a 10.000 euro nei confronti dei quattro bar, ha disposto la sospensione dell’attività per la durata di cinque giorni per tre di essi e di otto per il restante bar poiché deteneva un quantitativo maggiore di sigarette. I provvedimenti sospensivi sono stati eseguiti e notificati in gennaio e febbraio scorsi dai militari del Gruppo di Rimini che hanno, poi, vigilato costantemente sulle attività commerciali in questione per assicurare il rispetto delle prescrizioni impartite dall’Autorità competente.

Sempre durante i controlli, i Finanzieri hanno pizzicato un negozio di articoli vari, situato nel centro storico di Rimini e gestito da un cittadino cinese, che aveva il "vizio" di non emettere gli scontrini fiscali. In questo caso, l'attività commerciale è stata sospesa per 3 giorni su provvedimento disposto dalla Agenzia delle Entrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendevano sigarette senza licenza, chiusi dalla Finanza 4 bar

RiminiToday è in caricamento