"Vieni con me a vedere le stelle", minorenne violentata in spiaggia

In carcere un 19enne svizzero accusato di uno stupro dai contorni poco chiari

Sono decisamente poco chiari i contorni di una violenza sessuale che, nella notte di San Lorenzo, si è consumata sulla spiaggia di San Giuliano a Rimini. Protagonisti della vicenda sono una 17enne inglese, che si trovava per le ferie insieme ai genitori, e un 19enne svizzero, entrambi in vacanza in Riviera, che si sono conosciuti sulla spiaggia. Come nel più classico dei casi, i giovani si sono iniziati a frequentare nonostante, lei, fosse comunque fidanzata. Galeotta fu la notte di San Lorenzo con l'intraprendente elevetico che ha fatto la classica proposta: "vieni a vedere le stelle cadenti con me sulla spiaggia". La suddita di sua maestà ha accettato di buon grado e, i due, si sono ritrovati sulla battigia per ammirare lo spettacolo del cielo. 

Secondo quanto poi denunciato dalla minorenne, è a questo punto che nonostante i dinieghi di lei - in un periodo del mese che non lo avrebbe consentito - lo svizzero si sarebbe cimentato in un rapporto protetto non "convenzionale". Terminato il tutto, i due giovani sono ritornati in albergo e sarebbe stato proprio il portiere notturno a notare che qualcosa non andava. La minorenne, a questo punto, si è confidata con i genitori raccontando di essere stata violentata ed è scattata la telefonata ai carabinieri che sono arrivati nella struttura ricettiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Viste le insistenze della vittima, la 17enne è stata portata in pronto soccorso per gli accertamenti di rito ma, i sanitari, le avrebbero riscontrato solo alcuni lividi sul seno che, probabilmente, potrebbero essere riconducibili alla violenza subìta. I militari dell'Arma, dopo una rapida indagine, sono risaliti al 19enne svizzero che è stato ammanettato. Nell'interrogatorio di garanzia, il gip ha mostrato di credere alla versione della presunta vittima e, per il ragazzo, ha disposto la custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento