menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambulante bengalese tenta di violentare turista: denunciato

I Carabinieri della Stazione di Miramare e del nucleo Radiomobile hanno denunciato a piede libero, per violenza sessuale, un cittadino del Bangladesh di 34 anni

I Carabinieri della Stazione di Miramare e del nucleo Radiomobile hanno denunciato a piede libero per violenza sessuale un cittadino del Bangladesh di 34 anni che, alle prime luci dell’alba di giovedì, approfittando delle circostanze di luogo e di tempo (le cinque del mattino e la ragazza era sola) ha cercato di abusare di una turista olandese 17enne. La turista aveva passato la nottata con la sua compagnia in un locale del lungomare, per poi rimanere isolata dal suo gruppo.

Così ha preso un autbus per tornare in albergo. Quando è scesa dal mezzo pubblico ha incontrato un venditore di fiori bengalese che ha cercato di venderle una rosa. La ragazza, cortesemente, ha rifiutato. Dopo qualche istante è stata raggiunta ed afferrata alle spalle. Il venditore ambulante ha cercato di abusare di lei: le ha palpato i seni, cercando poi di sfilarle i pantaloncini. La ragazza ha urlato, poi è riesciuta a dare un calcio al suo aggressore, liberandosi dalla morsa e scappando.

La ragazza si è nascosta tra alcune auto in sosta e chiama il 112. L’aggressore, prima ha provato a cercala, ma poi si è allontanato. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, che hanno soccorso la 17enne, accompagnandola al comando. Raccolta la denuncia della ragazza, i militari hanno avviato una serie di perquisizioni in abitazioni dove vivono bengalesi. Ne sono stati rintracciati 12: portati in caserma, la ragazza, assistita dai suoi amici, ha riconosciuto tra essi il suo aguzzino. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato denunciato a piede libero per violenza sessuale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento