Aeroporto, Gnassi: "Rimini è lo scalo della Romagna e vogliamo portare qui i cinesi"

"Dobbiamo essere consapevoli del valore del territorio, a livello regionale l'80% dei turisti è in Romagna e il 44% nella nostra Provincia"

aeroporto

L'estate è alle porte e l'aeroporto Federico Fellini, gestito dalla società Airiminum, lancia le nuove rotte che guardano, per i voli di linea, soprattutto ai Paesi dell'Est, fatta eccezione per Monaco di Baviera con l'arrivo della compagnia Lufthansa, una collaborazione di cui vanno orgogliosi i vertici di Airimimun, ma anche l'assesseore regionale Andrea Corsini e il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, che ha evidenziato durante l'incontro con la stampa l'importanza del turismo: "è il petrolio del futuro, come energia rinnovabile. E l'Emilia Romagna ha alcuni brand molto forti, basti pensare alla food valley, alla motor valley e al wellness".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I nuovi voli dell'estate dell'aeroporto Fellini

Un tema quello del turismo su cui il sindaco Andrea Gnassi punta subito l'attenzione ricordando le difficoltà superate dalla riapertura dell'aeroporto il 1° aprile 2015 con il primo volo partito da Mosca. Il primo cittadino mette inoltre in luce il peso della Romagna a livello regionale: "Circa l’80% delle presenze turistiche sono in Romagna, a questo dato si aggiungono gli escursionisti, che lasciano altra economia sul territorio, dai congressi agli eventi. Sul totale regionale la provincia di Rimini pesa dal 42 al 44%, tolta Venezia, siamo la locomotiva del Centro Nord del Paese. Dobbiamo essere consapevoli della nostra forza e del nostro valore. Servono infrastrutture e Rimini è l’aeroporto della Romagna, dobbiamo consolidare questa grande porta. Il Comune di Rimini registra il 31% di pernottamenti esteri, sono dati che non vedevamo da decenni”. Il primo cittadino ribadisce che un territorio è forte se lo è a livello internazionale, e per esserlo servono le infrastrutture, "e purtroppo manca un piano a livello nazionale. Spero facciano presto i bandi per la Statale 16. Adesso noi siamo a un punto di svolta, il piano di sviluppo delle rotte è in sintonia con quelli di promocommercializzazione con Apt, piani che stiamo portando avanti con la Germania, il Regno Unito e l'Est Europa, come Ungheria e Polonia. In Russia abbiamo consolidato la nostra forza, non era scontato, Rimini è diventata un brandServe che il nostro aeroporto sia forte, tra sei anni si muoveranno due miliardi di persone. Noi stiamo giò ragionando con una compagnia di linea per il turismo cinese, guardiamo all'Asia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento