Riqualificazione del centro storico: un anello rosso per unire piazze e piazzette

Presentato il progetto da 4,5 milioni di euro del Comune di Rimini che farà sparire le auto da tutta la zona all'interno delle mura. L'obiettivo dell'amministrazione è quello di dare nuova vita a luoghi storici

Stop a degrado, abbandono e auto. Questo l'obiettivo del progetto da 4,5 milioni di euro, presentato dall'amministrazione comunale di Rimini, per ridare nuova vita al centro storico. Un anello di asfalto rosso e selce del Marecchia per unire piazze e piazzette del centro, da tempo trasformate in parcheggi, con un percorso che porterà dalle antichità di epoca romano alle opere rinascimentali. "Interveniremo in via Serpieri, via Bertola, piazzetta San Bernardino - ha spiegato il sindaco Andrea Gnassi - via Sigismondo, che incontrerà il teatro e piazza Malatesta da cui toglieremo le auto. E poi ancora piazza San Martino che diventerà lo spazio all'aperto della galleria d'arte contemporanea, piazzetta Zavagli, che lo storico Oreste De Lucca ci ha insegnato era il luogo delle prime locande, quindi della prima accoglienza e dell'ospitalità riminese. E ancora via Tonini e piazzetta Ducale, anche qui via alle auto con un percorso ciclabile che salendo dal mare, dal faro, lungo gli argini del Marecchia, arriverà in centro storico nei pressi del museo. Poi via Angherà, piazzetta dei Teatini, via Castel Fidardo, piazzetta San Francesco. Un vero e proprio anello per riprenderci la città e proporla ai nostri turisti".

Per il primo cittadino, l'idea alla base dell'opera è quella di portare l'armonia all'interno delle mura con arredi innovativi, dai lampioni alle panchine ai porta bici, dai bidoni alle fioriere, dai segnali stradali alle insegne dei locali, uguali in ogni punto del centro storico. E sulle facciate di alcuni edifici opere di street art. Un investimento economico che rientra nella partita complessiva da 50milioni di euro tesi a riqualificare l'intero centro storico, partendo dal Teatro Galli e dal Fulgor. "L'investimento è cospicuo, di 4,5 milioni - spiega Jamil Sadegholvaad, assessore attività economiche Rimini - vedrà cantieri, molti già in essere, su buona parte del centro storico. Pensiamo che in un paio d'anni l'intero progetto si possa concludere. Un intervento che valorizzerà non solo le vie di collegamento ma anche le piazze, oggi relegate ad un ruolo marginale di parcheggio di auto ma che diventeranno luogo di socialità e aggregazione per i riminesi". "Un anello - conclude Gnassi - che farà scoprire al posto delle auto i fiori (sono pensati piccoli banchetti), le botteghe degli artigiani, che potranno esporre all'esterno, i dehors (gazebo esterni ai locali) i bistrot. Un'idea completamente nuova di vivere il centro storico, ma che può essere replicata in altri luoghi della città, mantenendone sempre l'identità"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento