Rischio di infiltrazioni criminali in Riviera: Croatti e Sarti si rivolgono al ministro Lamorgese

"Chiediamo quali sono gli strumenti in campo per affrontare i rischi, se ci siano allo studio misure che consentano di rafforzare i controlli antiriciclaggio"

Sul rischio di infiltrazioni criminali in Riviera dovuto alle conseguenze della crisi economica da Covid i parlamentari del MoVimento 5 Stelle Marco Croatti e Giulia Sarti hanno presentato un'interrogazione al Senato rivolgendosi al ministro dell'Interno Lamorgese.

L'intervento di Croatti e Sarti

“Tra i settori più colpiti dall’emergenza coronavirus in Italia c'è quello del turismo, azzerato dopo il lockdown. Nel nostro Paese il comparto è importantissimo, vale il 13% del prodotto interno lordo. In alcuni territori, come la Riviera romagnola, il turismo vale addirittura oltre il 30% del PIL. Questa emergenza rischia di mettere in ginocchio un settore strategico del nostro Paese. Il comparto turistico e le sue aziende sono, in questo momento, deboli e vulnerabili. Il trimestre marzo, aprile, maggio è destinato a chiudersi con l’azzeramento dei ricavi. Si stima che nel 2020 il settore potrebbe avere perdite tra il 60 e il 70%. L’impegno del governo con il decreto liquidità e le importanti misure previste nel decreto aprile sono interventi fondamentali per sostenere il comparto, ma in questa situazione alcune imprese del settore turistico potrebbero comunque subire effetti devastanti. Quelle più deboli subiranno perdite con conseguenti fallimenti, innescando una oscura spirale di chiusure e svendite del patrimonio. Molte aziende turistiche potrebbero finire nel mirino di organizzazioni criminali. Diversi sono stati gli allarmi lanciati in queste settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A metà aprile il capo di gabinetto del ministero dell’interno Matteo Piantedosi ha inviato una circolare a tutti i prefetti lanciando un monito sul rischio di infiltrazioni mafiose nei settori resi più vulnerabili dalla crisi. Il 16 aprile l’Unità di informazione finanziaria, il braccio antiriciclaggio della Banca d’Italia ha lanciato l’allarme che «Il pericolo di truffe, di fenomeni corruttivi e di possibili manovre speculative anche a carattere internazionale e ai tentativi di sviamento e appropriazione degli interventi pubblici a sostegno della liquidità» ed il rischio che «l’indebolimento economico di famiglie e imprese possa accrescere gli episodi di usura e possa facilitare l’acquisizione diretta o indiretta delle aziende da parte delle organizzazioni criminali» Il prefetto di Rimini, Alessandra Camporota, il 22 aprile ha evidenziato il rischio, ripreso anche dal Sole 24 ore, che «la mafia sfrutterà il virus per infiltrarsi». Sarebbero già moltissime le offerte “predatorie” sugli alberghi chiusi della Riviera romagnola. Non possiamo assolutamente correre il rischio che la nostra riviera possa diventare terreno di conquista per criminali e mafiosi. Il messaggio che tutte le Istituzioni devono inviare deve essere forte e perentorio: giù le mani dalla nostra terra. Ecco perché sul tema ho sollecitato il ministro dell’Interno Lamorgese attraverso un'interrogazione che chiede: - Se il Ministero dell’interno stia monitorando con attenzione questi fenomeni di infiltrazione criminale, in particolare nei territori più deboli e fragili in seguito all’emergenza COVID-19. - Quali sono gli strumenti e le risorse messe in campo per affrontare i rischi evidenziati. - Se siano allo studio misure normative che consentano di rafforzare in questa fase i controlli antiriciclaggio”. Inoltre nel decreto in esame alla Camera su liquidità e imprese, stiamo prevedendo, tramite gli emendamenti depositati, dei controlli più rigorosi per evitare che le mafie possano sfruttare questo periodo di difficoltà per tutte le nostre imprese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento