Rispunta Billy, il "re" dei venditori abusivi già espulso dall'Italia due volte

L'operazione antiabusivismo ha permesso di pizzicare il senegalese che aveva creato un vero e proprio impero sulla Riviera

Nel corso degli anni "Billy", un senegalese 30, aveva creato un vero e proprio impero del "tarocco" in Riviera tanto da essere soprannominato il "re" dei venditori abusivi. Già finito in manette nell'estate del 2014 con l'accusa di essere quello che gestiva l'intero mercato della merce contraffatta e rimpatriato, l'anno successivo era stato nuovamente pizzicato per lo stesso reato e, anche quella volta, rispedito nel suo Paese. La presenza a Rimini del "boss dei vu cumprà" era stata segnalata già nei giorni scorsi e, giovedì mattina nel corso di una retata, è scattato il blitz che ha portato al suo nuovo arresto col 30enne che è stato sorpreso con decine di borse regolarmente taroccato per un valore di diverse migliaia di euro. Portato in Questura, il senegalese è stato messo a disposizone dell'ufficio Immigrazione che sta avviando le pratiche per il suo rimpatrio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento