rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Coriano

Nella ristorazione brilla una nuova "Stella verde" Michelin, premiata la sostenibilità dell'agriturismo

L’agriturismo gastronomico di San Patrignano si è aggiudicato una “Stella verde”, il riconoscimento assegnato ai ristoranti particolarmente impegnati in una cucina sostenibile

Vite, l’agriturismo gastronomico di San Patrignano, si è aggiudicato una “Stella verde”, il riconoscimento assegnato dalla prestigiosa Guida Michelin ai ristoranti particolarmente impegnati in una cucina sostenibile. Martedì (8 novembre) la presentazione della nuova edizione 2023. “Siamo orgogliosi ed emozionati per questo riconoscimento – ha commentato Arianna Merlo, la direttrice di Vite –. La stella verde indica la sostenibilità, valore vissuto quotidianamente a Sanpa e allo stesso modo al ristorante Vite, sia nella scelta attenta dei menu, sia nella formazione dei ragazzi a fine percorso di recupero che compongono la brigata della cucina. Questo traguardo è il frutto di un grande e appassionato lavoro di squadra”. Nato nel 2008 per offrire un’opportunità di lavoro e competenze specifiche nell’ambito della ristorazione ai ragazzi ospiti di San Patrignano, il ristorante Vite propone una cucina del territorio con la possibilità di gustare i prodotti della comunità.

La stella verde viene conferita ai ristoranti all’avanguardia sul fronte della sostenibilità. Un premio istituto dagli autori della guida Michelin a partire dal 2020, per segnalare quei ristoranti italiani che si fanno carico delle conseguenze etiche e ambientali della loro attività e che lavorano con produttori e fornitori “sostenibili” per evitare sprechi.

Oggi alla guida della giovane brigata di Vite, lo chef di origine partenopea Davide Pontoriere,  specialista nel coniugare una cucina delle idee a ingredienti di prossimità. Nel piatto la sinergia con il territorio e l’amore per la materia prima. Trattata con religioso rispetto, delicatezza e semplicità. Ricette che prendono vita dalla libertà di proporre abbinamenti inediti, vivaci, che ci parlano di San Patrignano e di ragazzi che in cucina vogliono mettersi in gioco.

Le conferme

Fra le 33 nuove stelle indicate dalla Rossa non ci sono novità che riguardano la Romagna. Ma ci sono comunque delle grandi conferme: nel riminese si tratta de Il Piastrino di Pennabilli, retto da Riccardo Agostini; Guido di Giampaolo e Gianluca Raschi a Miramare; Abocar di Mariano Guardianelli a Rimini; il Povero Diavolo di Giuseppe Gasperoni a Torriana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella ristorazione brilla una nuova "Stella verde" Michelin, premiata la sostenibilità dell'agriturismo

RiminiToday è in caricamento