rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca Misano Adriatico

Ha rivoluzionato la MotoGp, il designer di Cattolica tra i finalisti del Compasso d’Oro 2024

Istituito nel 1954, il premio Compasso d'Oro Adi è il più antico, ma soprattutto il più autorevole, premio mondiale di design

Dopo essersi aggiudicato il riconoscimento nel 2001 (con la tuta da moto T-Age suit realizzata per Dainese), il designer romagnolo Aldo Drudi (Cattolica, classe 1958) torna tra i finalisti del prestigioso Compasso d’Oro Adi (Associazione Design Industriale) con il suo Progetto per le grafiche del Misano World Circuit di Misano Adriatico (Rn). Il Progetto, “Ride on Colors”, concorre assieme ad altre 14 proposte nella categoria Ricerca per le imprese (studi che aprono strade nuove all’organizzazione e alla capacita? produttiva delle aziende, al di la? dei singoli prodotti) all'Adi Design Index, la preselezione per il prossimo Compasso d’Oro edizione 2024.

Istituito nel 1954, il Premio Compasso d'Oro Adi è il più antico, ma soprattutto il più autorevole premio mondiale di design e viene assegnato sulla base di una preselezione effettuata dall'Osservatorio permanente del Design dell’Adi, costituito da  una commissione di esperti, designer, critici, storici, giornalisti specializzati, soci dell'ADI o esterni a essa, impegnati tutti con continuità nel raccogliere, anno dopo anno, informazioni e nel valutare e selezionare i migliori prodotti i quali vengono poi pubblicati negli annuari Adi Design Index.

“Ride on Colors” è il progetto pluriennale per la nuova identità visiva del Misano World Circuit e comprende la progettazione del logotipo, la colorazione degli spazi comuni, la segnaletica e la grafica delle nuove strutture del circuito. Il risultato e? una grande opera grafica su 20.000 metri quadrati, studiata per connettere il mondo delle corse e il territorio circostante. Le vie di fuga della pista sono state trasformate con linee e colori che evocano la ricchezza paesaggistica del territorio, con l’obiettivo di connetterlo e valorizzarlo. L’impianto grafico della pista, unico e riconoscibile, e? stato declinato nella segnaletica di comunicazione degli eventi internazionali e in molteplici attivita? locali.

Nel corso della sua lunga carriera Aldo Drudi ha collaborato e realizzato progetti speciali per brand quali Alpinestars, Ducati, Monster Energy, HJC, Bell, AGV, Scorpion Helmet, Castelli Cycling, Dainese. Ha disegnato le livree dei caschi dei più importanti piloti di Moto GP e Formula Uno, progettato concept bike, e-bike e natanti e realizzato i caschi ufficiali per il Team Emirates New Zealand (vincitori della Coppa America 2018 e 2021) e per il Team Luna Rossa Prada Pirelli, vincitori della Prada Cup 2021. Sue, tra le tante, le immagini ufficiali e i manifesti di: MotoGP Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini (edizioni 2017, 2018, 2019, 2022); Formula 1 Gran Premio di Monza 2018; Formula 1 Gran Premio di Imola (edizioni: 2021 e 2022), Motor Valley Fest Modena (edizioni 2021 e 2022).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha rivoluzionato la MotoGp, il designer di Cattolica tra i finalisti del Compasso d’Oro 2024

RiminiToday è in caricamento