Cronaca Riccione

Round Table 49 Riccione consegna a Rimini Autismo 4.060 euro

Vacanze di Natale in Villa è uno dei progetti finanziati grazie ai fondi raccolti e alla disponibilità e all’accoglienza del Comune di Misano

nche quest’anno si è svolta con grande successo e partecipazione di pubblico la commedia dialettale organizzata dal Club Service Round Table 49 Riccione con il patrocinio del Comune di Riccione, a favore di Rimini Autismo. La compagnia dialettale “Quei dal Funtanele” ha messo in scena la commedia “Lé andé per bat, l’arvenz batud”. Nella foto la consegna, da parte di Round Table all’associazione Rimini Autismo, del ricavato dell’iniziativa, pari a Euro 4.060. Rimini Autismo ringrazia sentitamente il Club, nella persona del Presidente Tommaso Berni, e l’amica e volontaria di Rimini Autismo Francesca Panzetti, per l’impegno, l’entusiasmo e la somma devoluta e i tanti amici e sostenitori che, con la loro partecipazione, hanno contribuito al successo della serata.

Vacanze di Natale in Villa è uno dei progetti finanziati grazie ai fondi raccolti e alla disponibilità e all’accoglienza del Comune di Misano. Durante le Vacanze di Natale, Villa Del Bianco ospita bambini, ragazzi e adulti di ogni età con forme diverse di autismo, residenti nella provincia di Rimini. Il progetto ha lo scopo di stimolare i ragazzi offrendogli l’opportunità di vivere esperienze di socializzazione e di divertimento in gruppo, imparando a muoversi sul territorio insieme a volontari e a educatori. Il progetto intende dare una risposta concreta alla noia e alla solitudine che sono alla base di molti comportamenti problematici dei ragazzi con autismo, alleviando alle famiglie il peso di come riempire le lunghe giornate di festa senza la scuola e le attività pomeridiane. Sono state complessivamente ventiquattro le famiglie che quest’anno hanno usufruito dei benefici del progetto. Tutti i ragazzi sono stati seguiti da un educatore segnalato dalla famiglia nel rapporto 1 ad 1. I ragazzi si sono mostrati molto felici e visibilmente soddisfatti e desiderosi di tornare a rinnovare l’appuntamento delle uscite quotidiane col gruppo di amici che li ha sollevati dalla noia di tanti pomeriggi a casa. A sei anni dalla nascita del progetto, si avvertono i segnali di una maggiore partecipazione attiva e di un sempre maggiore calore e senso di amicizia, anche fra famiglie, nel ritrovarsi o nel sentirsi... che rappresenta un aspetto importante di questo progetto, piccolo e limitato nel tempo, ma che risponde a bisogni concreti e trasversalmente diffusi nelle famiglie: sentirsi sollevati, risolvere la noia, stimolare e divertire i figli, promuovere socialità, creare vicinanza, far sentire ciascuno meno solo e isolato. Grazie a progetti solidali come quello promosso da Round Table Riccione, nulla è stato chiesto alle famiglie per le ore degli educatori. Questo ha reso possibile la massiccia partecipazione di ragazzi appartenenti a famiglie con difficoltà economiche che diversamente non avrebbero potuto contare su un sollievo nei giorni delle feste. In questo modo e offrendo a tutti la possibilità di partecipare, è stato pienamente centrato l’obiettivo primario dell’associazione: accogliere e supportare le famiglie condividendo le fatiche e il cammino nell’autismo, insieme.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Round Table 49 Riccione consegna a Rimini Autismo 4.060 euro
RiminiToday è in caricamento