Ruba carte di credito in chiesa e si dà alle spese pazze: arrestato dai carabinieri

A incastrare il malvivente sono stati i filmati delle telecamere a circuito chiuso che lo hanno immortalato mentre faceva vari acquisti con le tessere sottratte a una signora di Viserba

Nella serata di giovedì i carabinieri hanno arrestato un 55enne pugliese per possesso indebito di strumenti atti al prelievo e ricettazione. Nella mattinata di giovedì il malvivente, approfittando della distrazione di una signora di Viserba che si trovava in chiesa, ha sottratto dal portafoglio della donna la carta di credito per poi darsi alle spese folli. In poco tempo il pugliese, attraverso una serie di acquisti in vari negozi, è riuscito a bruciare 2mila euro prima che la sua vittima si accorgesse del furto e bloccasse la carta. I carabinieri hanno quindi visitato i negozi dove era stata utilizzata la carta di credito e, attraverso le immagini delle telecamere a circuito chiuso, sono riusciti ad individuare il malvivente rintracciandolo in un residence di Viserba. Oltre a quella rubata in mattinata e a quasi tutta la merce acquistata, in possesso del 55enne è stata trovata un'altra carta di credito sottratta a una riccionese nel mese di dicembre. Dichiarato in arresto, dopo la notte trascorsa in caserma il pugliese è stato processato per direttissima venerdì mattina, il guidice gli ha concesso gli arresti domiciliari in attesa del processo fissato per il 27 gennaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento