Ruba un cellulare in gioielleria, arrestato dalla polizia Municipale

Il malvivente, sedicente libico, è stato bloccato dagli agenti che si trovavano sul posto

E’ stata una pattuglia della Polizia municipale, intenta sul posto a svolgere compiti d'istituto, a trarre in arresto nel pomeriggio di mercoledì l’uomo di 30 anni che dopo essere entrato in una gioielleria di viale Regina Margherita ha rubato il cellulare della madre del titolare. Insospettito dall'atteggiamento dell’uomo lo ha seguito ed ha scoperto il porta cellulare della madre vicino ai bidoni della spazzatura non molto distante dall’esercizio. Il ladro è stato immediatamente raggiunto alla fermata dell'autobus e, sebbene con riluttanza e opponendo resistenza anche verbale, è stato prima costretto a restituire il cellulare al legittimo proprietario per poi essere tratto in arresto. Il malvivente, di nazionalità sedicente libica, è risultato avere precedenti specifici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento