Rubano bollicine pregiate: lui finisce in manette, lei no perchè incinta

Finisce in manette per il furto di tre bottiglie di champagne da 200 euro. Un romeno di 33 anni è stato arrestato mercoledì pomeriggio dai Carabinieri di Rimini via Flaminia per furto aggravato

Finisce in manette per il furto di tre bottiglie di champagne da 200 euro. Un romeno di 33 anni è stato arrestato mercoledì pomeriggio dai Carabinieri di Rimini via Flaminia per furto aggravato. Il fatto è avvenuto al supemercato "Conad Leclerc" al centro commerciale "Le Befane". Insieme al 33enne c'era anche la convivente, una moldava di 25 anni, che è stata denunciata a piede libero perchè incinta.

I due erano riusciti ad eludere il sistema antitaccheggio, occultando la pregiate bottiglie di vino francese in una borsa schermata. La refurtiva è stata restituita alla direzione del supemercato. Sempre mercoledì i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno trovato un furgone rubato la scorsa settimana ad un'azienda idraulica in via Griffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento