menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Rugby, la Civis si aggiudica il derby romagnolo

Davanti ad una discreta cornice di pubblico, si è svolto nel pomeriggio di domenica 6 novembre, il derby valevole per la 6^ giornata del campionato di serie C, tra la Civis Rimini Rugby e il Cesena Rugby

Davanti ad una discreta cornice di pubblico, si è svolto nel pomeriggio di domenica 6 novembre, il derby valevole per la 6^ giornata del campionato di serie C, tra la Civis Rimini Rugby e il Cesena Rugby, due squadre animate da una forte rivalità entrambe alla ricerca di qualche segnale positivo da questo difficile campionato: il risultato finale ha favorito i padroni di casa ma le squadre hanno giocato mettendo in campo tanto cuore, lo stesso cuore che ha palpitato al calcio d’inizio quando è stato osservato un minuto di silenzio per commemorare le vittime del maltempo in Liguria.

Al via Rimini sembra voler subito premere sull’acceleratore, tiene bene il campo, ed appare molto ordinato, ma intorno al 5° commette un fallo che consente agli ospiti di portarsi in vantaggio sul 3 a 0. Racis e compagni non si abbattono e continuano a macinare gioco, diversi palloni vengono giocati dai tre quarti, ed il sostegno è ben presente ma i punti tardano ad arrivare, mentre Cesena in difesa si affida molto ai calci ben controllati dalla retroguardia di casa. Finalmente intorno al 30° con un guizzo dei suoi il n°8 riminese Luzio, probabilmente migliore in campo oggi, varca la linea schiacciando in mezzo ai pali, Racis trasforma con facilità per il 7 a 3. Rimini sembra avere la possibilità di allungare ma quasi allo scadere una svista difensiva fa si che il Cesena possa riportarsi avanti grazie ad una meta, la trasformazione , molto angolata non riesce e si va all’intervallo sul 7 a 8, con la consapevolezza di aver raccolto meno di quanto meritato.

Nel secondo tempo le due squadre sembrano più guardinghe, il Rimini spinge con intense maull gli avversari nella loro metà campo e Cesena torna a muovere la palla con veloci movimenti alla mano per risalire il terreno perso, i numerosi capovolgimenti di fronte mettono a dura prova le qualità atletiche degli uomini in campo che a corto di fiato commettono qualche fallo, così dapprima è Racis che riporta avanti Rimini, 10 a 8, poi Cesena che ripassa 10 a 11, ed infine è ancora Racis che sigla la punizione conclusiva da posizione molto angolata per il 13 a 11 definitivo. Il fischio finale viene accolto dai padroni di casa con grande soddisfazione. Domenica prossima ancora Rivabella sarà di scena il Guastalla, vedremo se i Pirati sapranno confermarsi. Maccan ha schierato Merloni, Siboni, Masi, Sivelli, Ferrillo, Racis, Velato, Luzio, Fornaciari, Trivisonne, Orsini, De Luigi, De Stena, Mastellari, Frisoni M., Susini, Buffone, Leonardi, Frisoni S..

Le altre formazioni riminesi: nel campionato under 16 Mister Nut Rimini Rugby vs Rugby Forlì 1979 risultato finale 19 a 17 per i padroni di casa.  Le numerose assenze potevano mettere a rischio la prestazione casalinga della formazione under 16 del Rimini rugby, i giovani allenati da Maccan lamentavano infatti l’assenza di ben 5 titolari e proprio nella mischia, è qui infatti che i pirati appaiono inferiori agli agguerriti coetanei Forlivesi. Nonostante tutto sono i padroni di casa a fare la partita con azioni veloci che si infrangono però sulla difesa degli aquilotti. Una distrazione invee, nella difesa riminese permette ai ragazzi di Forlì di andare in vantaggio già al 10°, la successiva trasformazione consente di passare a condurre per 7 a 0.

Il Rimini comincia a premere con veemenza, e l’ultimo quarto d’ora del primo tempo è un autentico assedio:  la prima frazione si chiude con Rimini in attacco ma ancora a secco. Nel secondo tempo i ragazzi della Mister Nut cominciano da dove avevano finito e attaccano subito in maniera convincente, una bella azione sui tre quarti libera Pari per lo scatto vincente, meta in mezzo ai pali e conseguente trasformazione di Pedrini per il 7 pari. Il Forlì tenta una timida reazione, ma i padroni di casa reggono l’urto, un’altra bella azione nello spazio consente a capitan Catani di varcare l’agognata meta, Pedrini stavolta sbaglia da posizione non impossibile.

Gli aquilotti non ci stanno e si fanno sotto, una lunga serie di fasi di gioco consente agli avanti di segnare la meta del nuovo pareggio, anche in questo caso la trasformazione non riesce, 12 a 12, purtroppo tra i padroni di casa è costretto ad uscire Sammarini, Maccan non rischia l’infortunato Sorci, così Rimini rimane in 14 ma nonostante tutto prova a farsi sotto nuovamente e a 15 minuti dalla fine Annibali s’inventa un’azione solitaria supera i primi difensori con un calcetto a seguire e poi ne batte altri due in velocità e schiaccia l’ovale in meta, questa volta Pedrini non fallisce ed il risultato si porta sul 19 a 12, sembra finita e ma un’altra svista difensiva consente agli ospiti di passare ancora, questa volta la trasformazione di Forlì non riesce ed il risultato è di 19 a 17, i pirati si spaventano e ricominciano a giocare, schiacciano gli avversari ma non passano più, il risultato non cambia 4 punti per la Mister Nut ed 1 per il Forlì.

Questi gli atleti del Rimini: Casolari, Bacchini, Pari, Catani, De Cristofaro, Villani, Annibali, Le Penne, Albini, Serafini, Ciracì, Sammarini, Rando, Pedrini, Vagnoni, non entrato Sorci.  Nel campionato under 20, ancora un confronto difficile per la Spy Rimini Rugby che non riesce a schiacciare l'ovale oltre la linea di meta dell' Imola Rugby portando a casa un secco 0-39.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento