Cronaca

Ruota panoramica abusiva, assolti dal giudice i tre imputati

A finire a processo per l'attrazione installata sul porto erano stati un dirigente del Comune, il legale rappresentate della società e un tecnico

Sono stati tuti assolti, perchè il fatto non costituisce reato, i tre imputati finiti a processo per i presunti abusi nella realizzazione della ruota panoramica sul porto di Rimini. Ad essere chiamati a rispondere a vario titolo delle accuse di abuso edilizio, abuso d'ufficio e falso erano stati l’ex dirigente del Suap, lo Sportello unico per le attività produttive del Comune di Rimini, Remo Valdisserri attualmente in pensione; Massimo De Carlo, legale della società The Wheel che allestisce l'attrazione, e Walter Giovagnoli, un tecnico che ha lavorato per The Wheel. 

La tesi dell'accusa era che l'autorizzazione alla realizzazione della ruota fosse partita dall’abuso d’ufficio, nato dalla delibera del consiglio comunale, datata 18 febbraio 2014. Da questo sarebbe partito un permesso illegittimo rilasciato da Valdisserri. A far nascere il problema era stata la permanenza sul suolo pubblico per più di 6 mesi, perdendo la natura di “spettacolo itinerante” e diventando di fatto un’opera stabile per la quale, tra l'altro, sarebbe mancata anche l'autorizzazione antisismica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruota panoramica abusiva, assolti dal giudice i tre imputati

RiminiToday è in caricamento