Salvò un bambino dall'annegamento in un laghetto: poliziotto-eroe segnalato per la medaglia

Il bambino infatti, all'interno del laghetto, continuava a gridare tentando con evidenti difficoltà di riemergere. Senza alcuna esitazione, il poliziotto si è tuffato immediatamente nel laghetto e ha raggiunto il bambino

Il Questore di Rimini ha proposto al Capo della Polizia e alla Prefettura di Rimini l’adozione nei confronti dell’Assistente Capo della Polizia di Stato Enrico Giuseppe Rossi di un encomio solenne e di una ricompensa al Valore Civile. La storia risale a circa un mese fa. Il pomeriggio del 4 maggio, l’Assistente Capo della Polizia di Stato Enrico Giuseppe Rossi, libero dal servizio, stava trascorrendo un normale pomeriggio primaverile in compagnia della figlia di 9 anni nei pressi di un parco cittadino del Comune di Cattolica. A un certo punto la sua attenzione è stata attratta da alcune grida di alcune  persone che si erano radunate intorno a un laghetto artificiale situato all’interno del parco.

Raggiunto quel laghetto,il poliziotto ha immediatamente compreso quanto già accaduto e soprattutto l’imminente pericolo di vita in cui si trovava un bambino caduto accidentalmente  all’interno dello specchio d’acqua: il bambino infatti, all’interno del laghetto, continuava a gridare tentando con evidenti difficoltà di  riemergere. Senza alcuna esitazione, il poliziotto  si è tuffato immediatamente nel laghetto e ha raggiunto il bambino. Ma la situazione di pericolo non è subito cessata. Afferrato il bambino, infatti, il poliziotto ha dovuto superare le difficoltà di risalita verso la riva: il piccolo, infatti, in preda al panico, continuava a dimenarsi rendendo più difficile le operazioni di salvamento; il fondo del laghetto, poi, costituito da materiale plastico, era reso pericolosamente scivoloso dal materiale depositatosi (e quest’ultima circostanza costringeva i due verso il centro del laghetto).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 La determinazione e il coraggio di Rossi hanno consentito di risolvere la situazione. Nonostante la totale assenza di appigli, il poliziotto è infatti riuscito comunque a spingere il bimbo fuori dall’acqua, salvandogli la vita. Il gesto del poliziotto ha scongiurato una brutta fine della vicenda, suscitando l’apprezzamento dei vari genitori presenti, che lo hanno definito eroe,  nonché il caloroso ringraziamento da parte della madre del bambino, che, fino a quel momento, non si era accorta di nulla. Il sindaco di San Giovanni in Marignano per il gesto ha consegnato nella giornata di ieri  un encomio all’agente-eroe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento