Macellaio di San Marino entra a MasterChef con un piatto vegetariano

Il 22enne Samuele riesce a superare le prime prove per entrare nella cucina più famosa d'Italia

Ce l'ha fatta con un piatto vegetariano, non certamente il suo forte, ad entrare nella cucina più famosa d'Italia. Il sammarinese 22enne Samuele. Macellaio nella Repubblica del Titano, è riuscito a superare le prime prove ed ad aggiudicarsi il grembiule per l'edizione 2019 di MasterChef. Dopo aver dimostrato di essere un esperto di carne, presentando agli chef Bruno Barbieri, Joe Bastianich, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli un un carrè d’agnello che gli ha permesso di accedere ai 40 finalisti in lizza per un posto in cucina, si è trovato a dover affrontare una singolare prova vegetariana con l'avversario Massimo. Nonostante gli ingredienti inusuali, il macellaio sammarinese è riuscito a convincere i giudici e ad aggiudicarsi l'ambito grembiule.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mi chiamo Samuele, ho 23 anni, vengo da San Marino e faccio il macellaio - si è presentato il giovane concorrente. - Fare questo mestiere non è così facile come sembra: il macellaio non taglia solo fettine e bistecche! Io vado direttamente dall’allevatore e decido insieme a lui il cibo e il trattamento degli animali, per far sì che la materia prima sia sempre al meglio. La mia specialità (ovviamente) è cuocere la carne in qualsiasi modo, interiora comprese: la fortuna (o sfortuna) del macellaio è che porta a casa tutto ciò che non vende, e le frattaglie non è che si vendano così bene… Ai live cooking infatti ho portato carne, precisamente un carrè d’agnello: il mio intento era di lasciar assaporare la qualità del pezzo, mantenendo il suo gusto intatto. Ho ricevuto 4 sì perché la cottura era perfetta! All’hangar invece ho avuto grande difficoltà perché ho dovuto cucinare un piatto vegetariano: per fortuna sono stato salvato dalla cottura perfetta delle uova. Oltre alla cucina pratico il pugliato: è uno sport stupendo, dove il valore fondamentale è il rispetto. Praticare questo sport mi ha reso molto competitivo: credo che questa mia caratteristica mi aiuterà molto qui! Mi piacerebbe tanto aprire un agriturismo e realizzare in proprio quello che ho studiato come perito agrario e quello che è il mio lavoro: solo produzione propria! MasterChef per me è un’occasione per imparare tutto della cucina: non so dire se vincerò…io ci provo, spero di riuscirci!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento