Spacciatore evade dai domiciliari, per lui si aprono le porte del carcere

Scoperto dai carabinieri, per lo straniero è arrivato l'aggravamento della misura cautelare

Nella notte tra domenica e lunedì i carabinieri della Tenenza di Cattolica hanno individuato ed arrestato uno spacciatore. A finire in manette è stato un 43enne albanese, residente a San Giovanni in Marignano e già noto alle forze dell'ordine, già finito agli arresti domiciliari perreati legati allo spaccio di stupefacenti. Nonostante il provvedimento restrittivo, lo scorso 2 maggio i militari dell'Arma avevano scoperto che, lo straniero, era evaso dalla propria abitazione. Al termine degli accertamenti, per il 43enne è arrivato l'aggravio della misura cautelare e, dopo essere stato portato in caserma per le pratiche di rito, l'uomo è stato trasferito nel carcere riminese dei "Casetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento