San Giuseppe, il Tar respinge istanza della proprietà Comune verso l’acquisizione dell’immobile

L’amministrazione dovrà procedere all’acquisizione dell’intero immobile al patrimonio comunale, preceduto da debito verbale a seguito di sopralluogo che verrà effettuato dall’amministrazione stessa

Il Tribunale Amministrativo per l’Emilia Romagna ha reso pubblica l’ordinanza con cui ha respinto l’istanza cautelare presentata dalla Michelangelo Società Cooperativa per l’annullamento, previa sospensiva, del provvedimento con il quale il Comune reiterava gli effetti dell’ordinanza di demolizione. La motivazione con cui il Tar ha respinto l’istanza è espressa con la seguente dichiarazione: Ritenuto che il ricorso non contenga elementi per ritenere ragionevolmente prevedibile un esito favorevole per la ricorrente, tenuto anche conto che, sotto un profilo sostanziale, il gravato provvedimento del Comune di Riccione del 14 ottobre scorso, oltre a concedere alla ricorrente ulteriore,congruo termine per l’esecuzione dell’ordinanza di demolizione adottata dallo stesso Comune in data 15 febbraio 2002, ha confermato detta ordinanza a seguito dell’espletamento di ulteriori, recenti accertamenti istruttori (agosto-settembre 2016) riguardanti la situazione del complesso per cui è causa”, ha quindi concluso ritenendo insussistenti i presupposti per l’accoglimento dell’istanza cautelare condannando la società ricorrente al pagamento degli oneri di giudizio cautelare a favore del Comune di Riccione. "Realizzato per essere una residenza protetta per anziani, il complesso San Giuseppe negli anni non è mai stato adibito a questa destinazione bensì ad uso civile con appartamenti - ricorda l'amministrazione -. Dalle ultime verifiche effettuate, è risultato che non è stata presentata al Comune alcuna istanza di autorizzazione al funzionamento dell’immobile come Rsa. Lo scorso ottobre il Comune ha ingiunto alla proprietà di ripristinare l’immobile all’uso “originario” ossia a casa per anziani". Ad oggi i termini per l’adempimento sono scaduti (20 gennaio) per cui l’amministrazione dovrà procedere all’acquisizione dell’intero immobile al patrimonio comunale, preceduto da debito verbale a seguito di sopralluogo che verrà effettuato dall’amministrazione stessa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento