Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca San Leo

San Leo, celebrata la Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate

Si sono concluse lunedì le celebrazioni per la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate cui l’Amministrazione Comunale di San Leo ha aderito con grande attenzione e sensibilità

Si sono concluse lunedì le celebrazioni per la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate cui l’Amministrazione Comunale di San Leo ha aderito con grande attenzione e sensibilità. Domenica il sindaco Mauro Guerra ha partecipato alla cerimonia religiosa e deposizione della corona commemorativa presso il Monumento ai Caduti nella frazione di Pietracuta alla presenza dei reduci ed ex internati militari Bernardi Aurelio e Galli Pietro, mentre l’Assessore Guido Cardelli assisteva alla funzione religiosa nella Cattedrale San Leo.

Lunedì, i sindaci della Provincia erano a Rimini in occasione la cerimonia pubblica celebrativa della Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Le celebrazioni sono partite da Piazza Cavour con il Raduno delle autorità, delle Forze Armate, dei rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d'Arma e dei cittadini, seguite dagli onori al Prefetto della Provincia di Rimini. Dopo la rassegna dello schieramento in armi, l’alza bandiera e la deposizione di una corona alla lapide dedicata ai Caduti di tutte le guerre, poi il corteo si è recato in piazza Tre Martiri, nella Cappella Votiva, all'interno del Tempio Malatestiano e in piazza Ferrari per deporre altre corone. A conclusione di questo primo momento la celebrazione della Messa nella Chiesa di San Francesco Saverio (Suffragio), celebrata da Mons. Agostino Pasquini, Cancelliere Vescovile.

In concomitanza a San Leo, alla presenza dell’Assessore Cardelli, del Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri di San Leo Ivo Tedde, del Comandante della Caserma dell’Esercito Italiano in Carpegna Tenente di Fanteria Corallo con al seguito due Caporali, del Parroco di San Leo Don Giorgio Mercatelli, si svolgevano le celebrazioni a livello locale presso il Monumento ai Caduti.

Alla commemorazione hanno preso parte anche gli alunni ed insegnanti delle Scuole Materna ed Elementare i San Leo, che hanno cantato l’Inno Italiano e recitato poesie scritte appositamente l’occasione. Momento ricco di significato è stato poi quello in cui l’Assessore Cardelli ha mostrato agli intervenuti la Croce al Valore Militare appartenuta al nonno, Furio Cardelli Masini Palazzi, combattente sul Carsio.

Nel ricordo di tutti coloro che hanno sacrificato la propria esistenza per l’indipendenza, la libertà e la democrazia dell’Italia,l’Amministrazione Comunale di San Leo esprime nuovamente gratitudine alle Forze Armate e a tutti i militari impegnati in missione di pace al di fuori del territorio nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Leo, celebrata la Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate

RiminiToday è in caricamento