rotate-mobile
Cronaca

Tra San Marino e Rimini siglata un'intesa storica. Tra le prime azioni interventi su Consolare e ciclovia

I due enti stipulano un'intesa istituzionale senza precedenti, il tema più ambizioso è quello dello sviluppo dell'aeroporto Fellini. Ma si punta a fare sinergie anche su sanità, turismo, cultura e sport

Strada consolare, ciclovia, aeroporto. Ma non solo: politiche legate al turismo, transizione ecologica e sviluppo economico. Per la prima volta nella storia Repubblica di San Marino e Comune di Rimini mettono nero su bianco un’intesa istituzionale per fare squadra e per poter “pesare” di più. Il sindaco Jamil Sadegholvaad nell’ammettere che in passato ci sono stati “alti e bassi” in quello che però è sempre stato contraddistinto come un rapporto di fratellanza, ora prosegue dritto nell’abbattere gli ostacoli e nel formalizzare un progetto comune per lo sviluppo del territorio. Dal segretario di Stato per gli Affari esteri della Repubblica di San Marino, Luca Beccari, disco verde e da adesso in avanti nasce una pianificazione strategica integrata su scala internazionale.

Lo scambio ufficiale di note tra l’amministrazione riminese e San Marino è avvenuto in un incontro istituzionale organizzato a palazzo Garampi nella giornata di martedì (19 luglio). Le due istituzioni hanno sottolineato l’importanza di avviare azioni comuni su temi strategici, in primis sulla viabilità, ma anche attenzione alla sanità a fronte dell’esperienza della pandemia e guardando più in grande alle prospettive per l’aeroporto.

STORICO ACCORDO - Sadegholvaad: "Basta alti e bassi, serve un confronto serrato"

I temi più immediati riguardano proprio la viabilità. Rendere più sicura e veloce la Consolare verso San Marino è un tema non più rimandabile: tant’è, ha spiegato il sindaco Sadegholvaad, già si sta lavorando sul tema dei semafori lungo il rettilineo. Oltre che sulle rotonde della Statale 16. Ma anche il progetto della ciclovia sarà tra i più rapidi da poter realizzare: un percorso ciclabile che potrà anche avere dei risvolti di natura turistica. Un corridoio green, ad alto contenuto innovativo, potrebbe far accrescere la proposta per unire alla vacanza balneare un’escursione nella Repubblica di San Marino in bicicletta.

Sin dall’inizio del mandato amministrativo il sindaco Sadegholvaad ha sempre messo in primo piano, nella sua visione e nella sua agenda, i rapporti con San Marino. Ci sono stati primi input ben auguranti, come l’organizzazione dell’Adunata degli Alpini, oppure la corsa ciclistica Rimini-Titano, ma sono solo le basi di un’idea molto più articolata. Ognuno potrà, e dovrà, mantenere la propria identità, eppure urge un “confronto serrato”.

Per dare attuazione alla pianificazione vengono istituiti un Comitato promotore istituzionale, costituito da otto membri politici in rappresentanza della Repubblica di San Marino e del Comune di Rimini e un board tecnico costituito da tecnici competenti sui temi trattati negli ambiti di concertazione che si riuniranno con cadenza periodica per impostare e validare un percorso della pianificazione strategica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra San Marino e Rimini siglata un'intesa storica. Tra le prime azioni interventi su Consolare e ciclovia

RiminiToday è in caricamento