San Martino, l’anteprima della Fiera a partire dal tardo pomeriggio di venerdì

Piatti tipici della tradizione romagnola e di altre regioni nelle 19 osterie all’aperto. Al via le mostre-mercato dei prodotti alimentari e dell’artigianato

È tutto pronto per la Fiera di San Martino 2015, che debutta con l’anteprima di venerdì. Dalle ore 18 infatti la sagra entra nel vivo con quasi venti osterie all’aperto sparse nelle piazze e piazzette del centro, oltre alle mostre-mercato dei prodotti alimentari e dell’artigianato. Ben sei le osterie presenti in piazza Ganganelli, dove si possono assaporare i piatti tipici della tradizione romagnola: polli allo spiedo, grigliati, cibi di strada con fritto, tartufi e funghi. Nel cortile del Comune c’è invece il Food Truck, con cibi di strada (pesce, fritture, etiope, vegan) somministrati su Ape, mentre piazza Marconi si trasforma nella grande casa della piadina (specialmente con salsiccia e cipolla). A pochi passi di distanza, nell’arena del Supercinema, c’è invece il meglio della cucina toscana, comprese le carni di qualità. Nella piazzetta del Lavatoio, come accade ormai da anni, si magia invece la polenta, mentre percorrendo via Cavour si arriva alla classica “Botte” di piazza Molari dove è possibile bere del buon vino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altre sei osterie si trovano lungo via De Bosis: dal pesce dell’Adriatico alle tigelle dell’Appennino modenese, dai wurstel ai cibi di strada vegani. La buona cucina romagnola si trova anche in piazza Balacchi, mentre chi preferisce i robusti piatti contadini del Friuli può andare al piazzale Francolini. In fatto di gastronomia, la Fiera riserva dunque bontà per tutti i palati: la tradizione romagnola incontra infatti piatti di altre regioni e nazioni all’insegna del gusto, dell’allegria e della convivialità. Dal tardo pomeriggio di venerdì 6 novembre aprono anche i settori specializzati: la Casa dell’Autunno, mostra-mercato dell’alimentazione tipica delle Regioni italiane giunta alla trentesima edizione (piazza Marini); la Casa di Romagna, con i prodotti del territorio romagnolo (piazza Ganganelli); la mostra-mercato dell’artigianato sotto i portici del Municipio, la Campionaria e gli autosaloni. Il piazzale Francolini ospita come di consueto la grande esposizione di trattori, impianti per l’agricoltura e attrezzature per l’edilizia, mentre lungo la scalinata di via Saffi non mancheranno caldarroste, dolci e golosità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento